LA GHIGLIOTTINA – La bellezza salverà le gretine di Londra?

La bellezza salverà il mondo. Ma chi salverà la bellezza? Soprattutto, la bellezza, un domani, salverà le due giovani attiviste che ieri hanno lanciato una zuppa di pomodoro (citando Warhol senza saperlo, perché non sanno neanche chi le ha create) contro I girasoli di Van Gogh alla National Gallery di Londra? Due ventenni (neanche la scusante della giovane età, dunque) ambientaliste che tra un selfie e un altro sui social si dilettano di proteste di piazza (la madre dei gretini è sempre incinta). Due ragazze che dopo il gesto (per fortuna il quadro è protetto da una teca) si sono pure incollate le mani alla parete della galleria. La motivazione data per la bravata – per non essere scurrili, che sono una signora – è il lato peggiore della vicenda. “Per voi l’arte vale più della vita? Più del cibo? Più della giustizia?”. Per noi chi? Noi amanti dell’arte? Ma per noi l’arte è vita. Siamo certi che le due ragazze che si mortificano nel corpo – nel senso delle acconciature e del look – in nome del loro sacro fuoco green (che è sempre meglio dell’apatia e del disinteresse) un giorno scopriranno la bellezza. 

La bellezza salverà il mondo. Ma chi salverà la bellezza? Soprattutto, la bellezza, un domani, salverà le due giovani attiviste che ieri hanno lanciato una zuppa di pomodoro (citando Warhol senza saperlo, perché non sanno neanche chi le ha create) contro I girasoli di Van Gogh alla National Gallery di Londra? Due ventenni (neanche la scusante della giovane età, dunque) ambientaliste che tra un selfie e un altro sui social si dilettano di proteste di piazza (la madre dei gretini è sempre incinta). Due ragazze che dopo il gesto (per fortuna il quadro è protetto da una teca) si sono pure incollate le mani alla parete della galleria. La motivazione data per la bravata – per non essere scurrili, che sono una signora – è il lato peggiore della vicenda. “Per voi l’arte vale più della vita? Più del cibo? Più della giustizia?”. Per noi chi? Noi amanti dell’arte? Ma per noi l’arte è vita. Siamo certi che le due ragazze che si mortificano nel corpo – nel senso delle acconciature e del look – in nome del loro sacro fuoco green (che è sempre meglio dell’apatia e del disinteresse) un giorno scopriranno la bellezza. 

Previous articleOra il governo
Next articleL’ITALIA S’E’ DESTRA
Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli