LA GHIGLIOTTINA – Se la carica di Elly schlein è un bla bla bla alla greta

Un invito irresistibile, quello di Elly Schlein al Monk di Roma (l’ex La Palma, locale glorioso di jazz live e non solo), a Portonaccio, periferico ma à la page (nulla è lasciato al caso). L’occasione è irripetibile: l’annuncio della sua candidatura a segretari* del Pd. Un locale non piccolissimo, sia chiaro (forse la Schlein non conosce l’antica regola che per fare il pienone servono spazi ridotti), in cui domenica 4 dicembre, di mattina, i fan della dem accorreranno (lei spera) numerosi. Anche perché le parole usate su Instagram dalla politica svizzero-statunitense e bolognese d’azione sono perfette per vincere a mani basse: “Abbiamo bisogno di vederci con le tante persone con cui ci siamo scritti e sentiti in queste settimane dentro il Pd e sul percorso costituente così come fuori. Abbiamo bisogno di confrontarci attorno a quella visione di futuro fatta di proposte concrete che vogliamo portare come nostro contributo a questo percorso, abbiamo bisogno di organizzarci e di costruire insieme una nuova strada che parta da noi, da voi, e che attraversi il Paese per cambiarlo”. Noi invece abbiamo bisogno di Google Translate.

Un invito irresistibile, quello di Elly Schlein al Monk di Roma (l’ex La Palma, locale glorioso di jazz live e non solo), a Portonaccio, periferico ma à la page (nulla è lasciato al caso). L’occasione è irripetibile: l’annuncio della sua candidatura a segretari* del Pd. Un locale non piccolissimo, sia chiaro (forse la Schlein non conosce l’antica regola che per fare il pienone servono spazi ridotti), in cui domenica 4 dicembre, di mattina, i fan della dem accorreranno (lei spera) numerosi. Anche perché le parole usate su Instagram dalla politica svizzero-statunitense e bolognese d’azione sono perfette per vincere a mani basse: “Abbiamo bisogno di vederci con le tante persone con cui ci siamo scritti e sentiti in queste settimane dentro il Pd e sul percorso costituente così come fuori. Abbiamo bisogno di confrontarci attorno a quella visione di futuro fatta di proposte concrete che vogliamo portare come nostro contributo a questo percorso, abbiamo bisogno di organizzarci e di costruire insieme una nuova strada che parta da noi, da voi, e che attraversi il Paese per cambiarlo”. Noi invece abbiamo bisogno di Google Translate.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli