“La Russia sostiene il terrorismo” Il Parlamento Ue contro Mosca

Esplosioni a Kiev e nelle regioni di Mykolaiv e Dnipropetrovsk. Il sindaco della capitale, Vitali Klitschko, ha riferito che è stata colpita una importante infrastruttura. In un’intervista al quotidiano tedesco Bild, Klitschko ha affermato che la sua città potrebbe dover affrontare il “peggior inverno dalla Seconda Guerra Mondiale” a causa delle interruzioni di corrente dovute ai raid russi.
Se la situazione dovesse peggiorare ulteriormente, non esclude di “dover evacuare una parte della città”. Il sindaco ha accusato il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin di voler forzare la popolazione a fuggire con i ripetuti attacchi alle infrastrutture civili. La sua convinzione è che Putin voglia “terrorizzare le persone, costringendole a congelare senza luce”, facendo in questo modo pressione su Zelensky.
Dopo aver ribadito l’intenzione di resistere, l’ex pugile ha invitato la Germania a inviare urgentemente aiuti umanitari: generatori, vestiti pesanti e altri beni essenziali oltre alle armi per la difesa del Paese.
Gli allarmi di allerta antiaerea sono stati attivati in tutto il Paese, ad eccezione della Crimea. A renderlo noto su Telegram è stato il media ucraino Radio Svoboda.
Il governatore dell’oblast di Mykolaiv, Vitaliy Kim, ha dichiarato che le forze russe hanno lanciato cinque missili nel suo territorio. Il media Suspilne ha reso noto che sono state segnalate esplosioni nell’oblast di Poltava. Le autorità ucraine hanno denunciato la morte di due persone in un attacco effettuato dall’esercito di Mosca contro la città di Kupiansk, nella regione orientale di Kharkiv. Ad essere colpiti sono stati un edificio residenziale, una scuola e un centro medico.
“Hanno attaccato la città. Un edificio residenziale e una clinica sono stati colpiti, una scuola è stata distrutta. Due passanti sono stati uccisi”, ha scritto Kirilo Timoshenko, numero due dell’ufficio della presidenza ucraina, in un messaggio molto forte sul suo account Telegram.
Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha ringraziato il Parlamento Europeo per aver definito la Russia “stato sostenitore del terrorismo”. “La Russia è uno stato terrorista: confermato dal Parlamento Europeo. La Russia ha una storia di atti di terrorismo contro stati sovrani, sostegno a regimi terroristi e organizzazioni come Wagner, guerra terrorista contro l’Ucraina. Ringrazio il Parlamento Europeo e il suo Presidente per la sua posizione chiara”, ha twittato Kuleba.
Per l’europarlamento, la Russia “è uno Stato sostenitore del terrorismo e uno Stato che fa uso di mezzi terroristici”. La risoluzione unitaria presentata dal Ppe, dai liberali di Renew Europe e dai conservatori dell’Ecr è stata approvata nella plenaria a Strasburgo con 494 voti a favore, 58 contrari e 44 astensioni. Adottati diversi emendamenti al testo originale.
Grande soddisfazione per questa “presa di posizione” è stata espressa dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky: “Accolgo con favore la decisione dell’Europarlamento di riconoscere la Russia come Stato sponsor del terrorismo e come stato che usa metodi terroristici. La Russia deve essere isolata a tutti i livelli e ritenuta responsabile per mettere fine alla sua politica di terrorismo di lunga data in Ucraina e in tutto il mondo”.
La Turchia ha consegnato a Kiev i sistemi di razzi a lancio multiplo TLRG-230. Lo ha rivelato l’agenzia ucraina Unian, pubblicando su Telegram “il primo utilizzo videoregistrato dell’Mlrs turco in Ucraina”.
L’agenzia, citando il portale The Oryx , ha chiarito di non essere a conoscenza del numero esatto di lanciatori e di missili arrivati da Ankara. L’Mlrs turco può lavorare in tandem con i letali droni Bayraktar TB2.
Anche il ministero della Difesa britannico ha annunciato l’imminente invio di elicotteri. Il ministro Ben Wallace ha sottolineato che si tratta della prima fornitura di Londra.

Esplosioni a Kiev e nelle regioni di Mykolaiv e Dnipropetrovsk. Il sindaco della capitale, Vitali Klitschko, ha riferito che è stata colpita una importante infrastruttura. In un’intervista al quotidiano tedesco Bild, Klitschko ha affermato che la sua città potrebbe dover affrontare il “peggior inverno dalla Seconda Guerra Mondiale” a causa delle interruzioni di corrente dovute ai raid russi.
Se la situazione dovesse peggiorare ulteriormente, non esclude di “dover evacuare una parte della città”. Il sindaco ha accusato il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin di voler forzare la popolazione a fuggire con i ripetuti attacchi alle infrastrutture civili. La sua convinzione è che Putin voglia “terrorizzare le persone, costringendole a congelare senza luce”, facendo in questo modo pressione su Zelensky.
Dopo aver ribadito l’intenzione di resistere, l’ex pugile ha invitato la Germania a inviare urgentemente aiuti umanitari: generatori, vestiti pesanti e altri beni essenziali oltre alle armi per la difesa del Paese.
Gli allarmi di allerta antiaerea sono stati attivati in tutto il Paese, ad eccezione della Crimea. A renderlo noto su Telegram è stato il media ucraino Radio Svoboda.
Il governatore dell’oblast di Mykolaiv, Vitaliy Kim, ha dichiarato che le forze russe hanno lanciato cinque missili nel suo territorio. Il media Suspilne ha reso noto che sono state segnalate esplosioni nell’oblast di Poltava. Le autorità ucraine hanno denunciato la morte di due persone in un attacco effettuato dall’esercito di Mosca contro la città di Kupiansk, nella regione orientale di Kharkiv. Ad essere colpiti sono stati un edificio residenziale, una scuola e un centro medico.
“Hanno attaccato la città. Un edificio residenziale e una clinica sono stati colpiti, una scuola è stata distrutta. Due passanti sono stati uccisi”, ha scritto Kirilo Timoshenko, numero due dell’ufficio della presidenza ucraina, in un messaggio molto forte sul suo account Telegram.
Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, ha ringraziato il Parlamento Europeo per aver definito la Russia “stato sostenitore del terrorismo”. “La Russia è uno stato terrorista: confermato dal Parlamento Europeo. La Russia ha una storia di atti di terrorismo contro stati sovrani, sostegno a regimi terroristi e organizzazioni come Wagner, guerra terrorista contro l’Ucraina. Ringrazio il Parlamento Europeo e il suo Presidente per la sua posizione chiara”, ha twittato Kuleba.
Per l’europarlamento, la Russia “è uno Stato sostenitore del terrorismo e uno Stato che fa uso di mezzi terroristici”. La risoluzione unitaria presentata dal Ppe, dai liberali di Renew Europe e dai conservatori dell’Ecr è stata approvata nella plenaria a Strasburgo con 494 voti a favore, 58 contrari e 44 astensioni. Adottati diversi emendamenti al testo originale.
Grande soddisfazione per questa “presa di posizione” è stata espressa dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky: “Accolgo con favore la decisione dell’Europarlamento di riconoscere la Russia come Stato sponsor del terrorismo e come stato che usa metodi terroristici. La Russia deve essere isolata a tutti i livelli e ritenuta responsabile per mettere fine alla sua politica di terrorismo di lunga data in Ucraina e in tutto il mondo”.
La Turchia ha consegnato a Kiev i sistemi di razzi a lancio multiplo TLRG-230. Lo ha rivelato l’agenzia ucraina Unian, pubblicando su Telegram “il primo utilizzo videoregistrato dell’Mlrs turco in Ucraina”.
L’agenzia, citando il portale The Oryx , ha chiarito di non essere a conoscenza del numero esatto di lanciatori e di missili arrivati da Ankara. L’Mlrs turco può lavorare in tandem con i letali droni Bayraktar TB2.
Anche il ministero della Difesa britannico ha annunciato l’imminente invio di elicotteri. Il ministro Ben Wallace ha sottolineato che si tratta della prima fornitura di Londra.

Previous articlePAOLA TURCI ON STAGE
Next articleTrump alla sbarra
Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli