Landini: maggioranza solo in parlamento non nel paese

 

“Il governo deve avere la consapevolezza che con 12,5 milioni di voti ha la maggioranza in Parlamento, ma non c’è nessuno che è maggioranza nel paese. Non dico che noi siamo la maggioranza, ma rappresentiamo una parte importante che lavora e produce: rivendichiamo il diritto a essere ascoltati. Se avremo risposte noi siamo per fare gli accordi e ottenere risultati; ma se dovessimo trovarci di fronte a scelte che vanno in una direzione opposta oppure se il governo non ci risponde state tranquilli: il nostro obiettivo è fare fino in fondo il nostro mestiere, come abbiamo fatto con tutti gli altri governi”. Con l’opzione di una mobilitazione che, aveva ricordato poco prima a margine, “c’è sempre: non dichiaro gli scioperi prima di fare gli incontri”.

Queste le parole odierne di  Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, , a Milano in occasione dell’ assemblea territoriale della Filt-Cgil.

 

“Il governo deve avere la consapevolezza che con 12,5 milioni di voti ha la maggioranza in Parlamento, ma non c’è nessuno che è maggioranza nel paese. Non dico che noi siamo la maggioranza, ma rappresentiamo una parte importante che lavora e produce: rivendichiamo il diritto a essere ascoltati. Se avremo risposte noi siamo per fare gli accordi e ottenere risultati; ma se dovessimo trovarci di fronte a scelte che vanno in una direzione opposta oppure se il governo non ci risponde state tranquilli: il nostro obiettivo è fare fino in fondo il nostro mestiere, come abbiamo fatto con tutti gli altri governi”. Con l’opzione di una mobilitazione che, aveva ricordato poco prima a margine, “c’è sempre: non dichiaro gli scioperi prima di fare gli incontri”.

Queste le parole odierne di  Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, , a Milano in occasione dell’ assemblea territoriale della Filt-Cgil.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli