LAVROV, PENNA (M5S): INACCETTABILE CHE SI OSPITE SU NOSTRE TV

È stato pubblicato oggi un comunicato ufficiale firmato da Aldo Penna(M5S) che recita: “La pluralità d`informazione ha ben poco a che fare con quel ‘buon lavoro’ augurato a Lavrov, ministro di uno Stato invasore che sta portando morte e devastazione in Ucraina. Certi talk show italiani temono il calo di share ora che lo scontro tra sì-vax e no-vax ha smesso di appassionare e così vogliono alimentare il dibattito come? Dando spazio alla propaganda russa? Qualcuno ha parlato di un grande colpo giornalistico, a me è parsa più una sorta di eco delle posizioni putiniane con l’aggiunta di vergognose esternazioni sulla Shoah, insomma ben lontano da quei veri colpi giornalistici che erano le interviste impeccabili della Fallaci. Non si può accettare tale ospitalità delle televisioni italiane a chi ha iniziato una guerra in Europa della quale ancora non vede la fine. Sarebbe il caso di tornare di moderare gli entusiasmi di fronte ai carnefici e ai loro compari, senza alcuna zona grigia non bisogna confondere aggressori e aggrediti”.  

È stato pubblicato oggi un comunicato ufficiale firmato da Aldo Penna(M5S) che recita: “La pluralità d`informazione ha ben poco a che fare con quel ‘buon lavoro’ augurato a Lavrov, ministro di uno Stato invasore che sta portando morte e devastazione in Ucraina. Certi talk show italiani temono il calo di share ora che lo scontro tra sì-vax e no-vax ha smesso di appassionare e così vogliono alimentare il dibattito come? Dando spazio alla propaganda russa? Qualcuno ha parlato di un grande colpo giornalistico, a me è parsa più una sorta di eco delle posizioni putiniane con l’aggiunta di vergognose esternazioni sulla Shoah, insomma ben lontano da quei veri colpi giornalistici che erano le interviste impeccabili della Fallaci. Non si può accettare tale ospitalità delle televisioni italiane a chi ha iniziato una guerra in Europa della quale ancora non vede la fine. Sarebbe il caso di tornare di moderare gli entusiasmi di fronte ai carnefici e ai loro compari, senza alcuna zona grigia non bisogna confondere aggressori e aggrediti”.  

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga