LECLERC: “MI PIACEREBBE BATTAGLIARE PER LA VITTORIA”

“È una macchina costante, siamo andati bene in tutti i giri e avuto pochi problemi. Vuol dire tanto e nulla, partire con un progetto così è importante e ci fa essere fiduciosi. Sulla velocità invece non possiamo ancora esporci”.
Queste le dichiarazioni del pilota monegasco della Ferrari Charles Leclerc  che promuove la nuova F1-75 guardando con ottimismo alla prossima stagione.
Leclerc ha poi aggiunto: ”È diversa e aggressiva rispetto all’anno passato, si salta molto di più e cerchiamo di migliore come possibile nella guida. La frenata è con una macchina pesante, serve riabituarci perché tutti facciamo fatica con qualche chilo in più”.
Sugli obiettivi della rossa afferma:  “Mi piacerebbe battagliare per la vittoria, anche con Sainz. Stiamo lavorando nel modo giusto, abbiamo cambiato tante volte il metodo di lavoro e stiamo raccogliendo i frutti. Dobbiamo concretizzare e tornare a lottare per la vittoria. Nella prima parte della stagione conta l’esperienza del pilota, ma non esiste un pilota stupido in griglia e tutti daranno il massimo. Speriamo di avere la macchina, poi tocca fare la differenza”.

“È una macchina costante, siamo andati bene in tutti i giri e avuto pochi problemi. Vuol dire tanto e nulla, partire con un progetto così è importante e ci fa essere fiduciosi. Sulla velocità invece non possiamo ancora esporci”.
Queste le dichiarazioni del pilota monegasco della Ferrari Charles Leclerc  che promuove la nuova F1-75 guardando con ottimismo alla prossima stagione.
Leclerc ha poi aggiunto: ”È diversa e aggressiva rispetto all’anno passato, si salta molto di più e cerchiamo di migliore come possibile nella guida. La frenata è con una macchina pesante, serve riabituarci perché tutti facciamo fatica con qualche chilo in più”.
Sugli obiettivi della rossa afferma:  “Mi piacerebbe battagliare per la vittoria, anche con Sainz. Stiamo lavorando nel modo giusto, abbiamo cambiato tante volte il metodo di lavoro e stiamo raccogliendo i frutti. Dobbiamo concretizzare e tornare a lottare per la vittoria. Nella prima parte della stagione conta l’esperienza del pilota, ma non esiste un pilota stupido in griglia e tutti daranno il massimo. Speriamo di avere la macchina, poi tocca fare la differenza”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli