Lione, orrore all’asilo

La polizia francese ha arrestato, a Lione, una maestra d’asilo. L’accusa, nei confronti dell’educatrice, è terribile: avrebbe ucciso una bimba di 11 mesi affidata alle sue cure. Il motivo, pare sia che era “esasperata dal pianto” della piccola. E’ accaduto mercoledì, ma è nelle scorse ore che si sono iniziati a diffondere agghiaccianti particolari dell’accaduto.

Le autorità locali hanno riferito, quanto alle scioccanti modalità con cui il crimine è stato commesso, che la maestra, mentre si trovava da sola nell’asilo privato People & Baby, stanca di sentire il pianto della bimba, l’avrebbe prima cosparsa con un liquido per sgorgare i lavandini e poi glie lo avrebbe fatto bere. Trasportata d’urgenza nella struttura sanitaria più vicina, per la piccola, che avrebbe compiuto un anno giovedì prossimo, non c’è stato purtroppo nulla da fare.

Dopo aver sostenuto in un primo momento l’assunzione accidentale dell’acido – riferisce ansa – la donna ha confessato ed è stata arrestata per omicidio. Il padre Fabio Bertuletti, project manager nella gestione e pianificazione di progetti di linee aeree ad alta ed altissima tensione, dopo la laurea in Ingegneria a Bergamo ha lavorato per studi e ditte italiane per poi trasferirsi in Francia con la moglie Sophie.

È stato Le Figaro a riportare per primo la notizia, spiegando che la piccola è stata trovata all’interno dell’asilo in stato di incoscienza. Non si sa chi abbia dato l’allarme. Ora la presunta assassina si trova dietro le sbarre, mentre gli inquirenti stanno andando avanti con le indagini per svelare esattamente tutti i particolari dell’accaduto.

La polizia francese ha arrestato, a Lione, una maestra d’asilo. L’accusa, nei confronti dell’educatrice, è terribile: avrebbe ucciso una bimba di 11 mesi affidata alle sue cure. Il motivo, pare sia che era “esasperata dal pianto” della piccola. E’ accaduto mercoledì, ma è nelle scorse ore che si sono iniziati a diffondere agghiaccianti particolari dell’accaduto.

Le autorità locali hanno riferito, quanto alle scioccanti modalità con cui il crimine è stato commesso, che la maestra, mentre si trovava da sola nell’asilo privato People & Baby, stanca di sentire il pianto della bimba, l’avrebbe prima cosparsa con un liquido per sgorgare i lavandini e poi glie lo avrebbe fatto bere. Trasportata d’urgenza nella struttura sanitaria più vicina, per la piccola, che avrebbe compiuto un anno giovedì prossimo, non c’è stato purtroppo nulla da fare.

Dopo aver sostenuto in un primo momento l’assunzione accidentale dell’acido – riferisce ansa – la donna ha confessato ed è stata arrestata per omicidio. Il padre Fabio Bertuletti, project manager nella gestione e pianificazione di progetti di linee aeree ad alta ed altissima tensione, dopo la laurea in Ingegneria a Bergamo ha lavorato per studi e ditte italiane per poi trasferirsi in Francia con la moglie Sophie.

È stato Le Figaro a riportare per primo la notizia, spiegando che la piccola è stata trovata all’interno dell’asilo in stato di incoscienza. Non si sa chi abbia dato l’allarme. Ora la presunta assassina si trova dietro le sbarre, mentre gli inquirenti stanno andando avanti con le indagini per svelare esattamente tutti i particolari dell’accaduto.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli