M5S: RIPRISTINATI 5 ANNI STOP INCARICHI DIRETTIVI DOPO NOMINA

È stata quest’oggi pubblicato un comunicato redatto da Giulia Sarti (M5S) che recita: “Con un nostro emendamento, appena approvato in commissione Giustizia, abbiamo previsto che i magistrati titolari di funzioni direttive o semidirettive potranno partecipare a concorsi per ulteriori incarichi dello stesso tipo dopo il decorso di cinque anni, invece dei sei anni previsti dal testo Cartabia, tornando cosi al testo previsto dal ddl Bonafede”.

La deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Giustizia ha proseguito: “Grazie al nostro intervento è stato corretto un meccanismo che, se basato su un periodo di permanenza nell’incarico lungo 6 anni, avrebbe interferito con le attuali e future procedure per il conferimento di importanti incarichi nelle Procure e nei Tribunali, arrivando al paradosso di impedire a determinati magistrati di poter partecipare al conferimento di nuovi incarichi direttivi”.

È stata quest’oggi pubblicato un comunicato redatto da Giulia Sarti (M5S) che recita: “Con un nostro emendamento, appena approvato in commissione Giustizia, abbiamo previsto che i magistrati titolari di funzioni direttive o semidirettive potranno partecipare a concorsi per ulteriori incarichi dello stesso tipo dopo il decorso di cinque anni, invece dei sei anni previsti dal testo Cartabia, tornando cosi al testo previsto dal ddl Bonafede”.

La deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Giustizia ha proseguito: “Grazie al nostro intervento è stato corretto un meccanismo che, se basato su un periodo di permanenza nell’incarico lungo 6 anni, avrebbe interferito con le attuali e future procedure per il conferimento di importanti incarichi nelle Procure e nei Tribunali, arrivando al paradosso di impedire a determinati magistrati di poter partecipare al conferimento di nuovi incarichi direttivi”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli