Mannarino nuovo direttore commerciale di Mexedia

Diventata nel maggio scorso società benefit,  Mexedia nomina suo direttore commerciale Giovanni Mannarino. “L’arrivo di Giovanni Mannarino è un ulteriore tassello per la nostra crescita – dice il coo Paolo Bona – . Mexedia, che ha chiuso il 2021 con un fatturato consolidato di 131,8 milioni di euro e 7 milioni di EBITDA, negli highlights relativi al primo semestre 2022 conferma un trend di crescita che registra 83 milioni di euro dì fatturato e 4 milioni dì EBITDA. La nostra tech company offre soluzioni innovative e strumenti avanzati racchiusi in un unico ecosistema tecnologico integrato per consentire alle aziende di gestire tutte le attività di comunicazione con i clienti”.

Mannarino avrà il compito di lavorare alle integrazioni delle società che Mexedia sta acquisendo, puntando sul cross selling di servizi prima venduti in maniera separata tra loro.

Nel detrtaglio, Mexedia ha annunciato a settembre l’acquisizione di Phonetime e Matchcom, rafforzando così la sua presenza negli Stati Uniti e Sud America. “Una partnership – spiega Bona- che ha radici solide nel tempo. Già da mesi stiamo lavorando con i team delle aziende per generare sinergie importanti in termini di efficientamento dei costi e in investimenti e cross selling commerciale, contribuendo così alla crescita della società. Nel 2022 prevediamo un ulteriore incremento delle marginalità con una crescita prospettica di circa il 15 per cento che porterà l’azienda a superare gli 8 milioni di EBITDA”.

Mannarino arriva in Mexedia da altre esperienze nel settore. Tra il 2012 e il 2014 è stato Business Innovation & Development manager di Abramo Customer Care, realtà con sedi a Roma, Tirana e Rio De Janeiro; dal 2014 al 2020 direttore generale di Abramo Deutschland seguendo il mercato tedesco e tra il 2020 e il 2022 direttore commerciale della svizzera Spitch AG per il mercato italiano.

Diventata nel maggio scorso società benefit,  Mexedia nomina suo direttore commerciale Giovanni Mannarino. “L’arrivo di Giovanni Mannarino è un ulteriore tassello per la nostra crescita – dice il coo Paolo Bona – . Mexedia, che ha chiuso il 2021 con un fatturato consolidato di 131,8 milioni di euro e 7 milioni di EBITDA, negli highlights relativi al primo semestre 2022 conferma un trend di crescita che registra 83 milioni di euro dì fatturato e 4 milioni dì EBITDA. La nostra tech company offre soluzioni innovative e strumenti avanzati racchiusi in un unico ecosistema tecnologico integrato per consentire alle aziende di gestire tutte le attività di comunicazione con i clienti”.

Mannarino avrà il compito di lavorare alle integrazioni delle società che Mexedia sta acquisendo, puntando sul cross selling di servizi prima venduti in maniera separata tra loro.

Nel detrtaglio, Mexedia ha annunciato a settembre l’acquisizione di Phonetime e Matchcom, rafforzando così la sua presenza negli Stati Uniti e Sud America. “Una partnership – spiega Bona- che ha radici solide nel tempo. Già da mesi stiamo lavorando con i team delle aziende per generare sinergie importanti in termini di efficientamento dei costi e in investimenti e cross selling commerciale, contribuendo così alla crescita della società. Nel 2022 prevediamo un ulteriore incremento delle marginalità con una crescita prospettica di circa il 15 per cento che porterà l’azienda a superare gli 8 milioni di EBITDA”.

Mannarino arriva in Mexedia da altre esperienze nel settore. Tra il 2012 e il 2014 è stato Business Innovation & Development manager di Abramo Customer Care, realtà con sedi a Roma, Tirana e Rio De Janeiro; dal 2014 al 2020 direttore generale di Abramo Deutschland seguendo il mercato tedesco e tra il 2020 e il 2022 direttore commerciale della svizzera Spitch AG per il mercato italiano.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli