MATTARELLA: FORZE ARMATE SALVAGUARDIANO DEMOCRAZIA

“Le Forze armate sono chiamate dalla Costituzione a concorrere alla salvaguardia dello stato democratico e insieme delle regole della comunità internazionale che rappresentano le condizioni essenziali per la pace e per lo sviluppo dei popoli”. Dichiarazioni del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un colloquio con il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e una rappresentanza dell’Aeronautica Militare, celebrando il 99° anniversario della fondazione.

Mattarella ha poi proseguito: “È quanto ci ripropone sia la difficile condizione vissuta dal nostro Paese, prima per effetto della pandemia, sia la grave crisi internazionale prodotta dalla guerra recata dalla Federazione russa contro l’Ucraina. Crisi che vede le nostre Forze armate impegnate in questo momento insieme ai Paesi dell’Alleanza e dell’Unione europea, per vigilare, per contribuire a un richiamo al ritorno alla pace e al rispetto del diritto internazionale”.

“Le Forze armate sono chiamate dalla Costituzione a concorrere alla salvaguardia dello stato democratico e insieme delle regole della comunità internazionale che rappresentano le condizioni essenziali per la pace e per lo sviluppo dei popoli”. Dichiarazioni del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un colloquio con il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e una rappresentanza dell’Aeronautica Militare, celebrando il 99° anniversario della fondazione.

Mattarella ha poi proseguito: “È quanto ci ripropone sia la difficile condizione vissuta dal nostro Paese, prima per effetto della pandemia, sia la grave crisi internazionale prodotta dalla guerra recata dalla Federazione russa contro l’Ucraina. Crisi che vede le nostre Forze armate impegnate in questo momento insieme ai Paesi dell’Alleanza e dell’Unione europea, per vigilare, per contribuire a un richiamo al ritorno alla pace e al rispetto del diritto internazionale”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga