Musk contro tutti: “Gates? Fa il filantropo e poi investe contro Tesla”. E di Bezos dice …

Il Ceo di Tesla Elon Musk ha risposto per le rime al “collega” miliardario Bill Gates e lo ha fatto su Twitter, dopo che il fondatore di Microsoft lo aveva tirato in ballo nel corso di un’intervista. L’imprenditore di Seattle, infatti, durante uno scambio di battute con lo youtuber francese HugoDécrypte, ha parlato dei suoi investimenti in Tesla e del suo impegno per l’ambiente. Cosa che ha scatenato il billionaire sudafricano, che neanche troppo tempo fa ha accusato Gates di non essere poi così serio nella lotta al cambiamento climatico, dato che aveva fatto una scommessa da “mezzo miliardo di dollari” contro Tesla. E dire che nel corso dell’ultima intervista il magnate americano ha ribadito di aver investito più soldi di Musk o di chiunque altro per contrastare il cambiamento climatico. Affermazione alla quale il Ceo di Neuralink ha risposto su Twitter con un laconico “Sigh”. “Finanzio operazioni filantropiche, sostengo le aziende: le auto elettriche rappresentano il 16% delle emissioni; quindi, dobbiamo occuparmi anche del restante 84%”, diceva ancora Gates allo youtuber. Queste frecciatine seguono l’attacco di fine aprile sempre di Musk nei confronti delle velleità filantropiche di Gates. Il Ceo di Space X, infatti, ha reso pubblica (mettendo online alcuni screenshot), una conversazione tra lui e Gates. In questo scambio, il Ceo di Tesla criticava il “collega” per il suo acquisto di 500 milioni di dollari in azioni allo scoperto contro Tesla. Nei messaggi, ha dunque chiesto a Gates se avesse ancora una “posizione di mezzo miliardo di dollari contro Tesla”. “Mi dispiace dire che non l’ho ancora chiusa”, avrebbe risposto il miliardario statunitense, per poi aggiungere: “Vorrei discutere delle possibilità che tu collabori con me nella filantropia”. Ma sul punto il magnate sudafricano lo avrebbe ignorato, dicendo che non poteva prendere sul serio la sua offerta dato che aveva “investito massicciamente contro Tesla, la società che fa più di chiunque altro per risolvere il problema del cambiamento climatico”. Pochi giorni dopo, il sudafricano ha pubblicato un tweet satirico che confrontava Gates con l’emoji dell’“uomo incinta”. E non finisce qui: Musk oggi se la prende (di nuovo) col suo acerrimo rivale Jeff Bezos. L’ultimo volo di New Shepard, razzo della Blue Origin dell’inventore di Amazon, si è concluso brillantemente. I sei turisti spaziali a bordo della navetta sono atterrati sulla terra grazie a una capsula rallentata da un sistema di paracaduti. Tra di loro anche Katya Echazarreta, che a soli 26 anni ha ottenuto il record di più giovane donna statunitense ad affrontare una missione spaziale. Questo è il quinto volo suborbitale per il razzo di Blue Origin. “È una brava persona, suppongo. Sembra che ultimamente stia passando molto tempo nella vasca idromassaggio. Se vuole arrivare in orbita, è meglio che faccia meno feste e lavori di più”, ha scritto su Twitter il tycoon sudafricano rispondendo alla richiesta di un parere su Bezos. Il dente avvelenato c’è e si vede: nonostante il successo dei lanci di New Shepard, infatti, la compagnia è ancora lontana dai successi raggiunti dalla Space X. In più, ogni volta che Musk viene contattato dal Washington Post, giornale di proprietà proprio del “nemico”, invece di rispondere alle richieste dei giornalisti, replica sempre: “Mandate i miei saluti a quel burattinaio del vostro capo”. L’ultima volta, c’è stata una piccolissima variazione nella risposta: “Per la centesima volta. Mandate i miei saluti a quel burattinaio del vostro capo”.

Il Ceo di Tesla Elon Musk ha risposto per le rime al “collega” miliardario Bill Gates e lo ha fatto su Twitter, dopo che il fondatore di Microsoft lo aveva tirato in ballo nel corso di un’intervista. L’imprenditore di Seattle, infatti, durante uno scambio di battute con lo youtuber francese HugoDécrypte, ha parlato dei suoi investimenti in Tesla e del suo impegno per l’ambiente. Cosa che ha scatenato il billionaire sudafricano, che neanche troppo tempo fa ha accusato Gates di non essere poi così serio nella lotta al cambiamento climatico, dato che aveva fatto una scommessa da “mezzo miliardo di dollari” contro Tesla. E dire che nel corso dell’ultima intervista il magnate americano ha ribadito di aver investito più soldi di Musk o di chiunque altro per contrastare il cambiamento climatico. Affermazione alla quale il Ceo di Neuralink ha risposto su Twitter con un laconico “Sigh”. “Finanzio operazioni filantropiche, sostengo le aziende: le auto elettriche rappresentano il 16% delle emissioni; quindi, dobbiamo occuparmi anche del restante 84%”, diceva ancora Gates allo youtuber. Queste frecciatine seguono l’attacco di fine aprile sempre di Musk nei confronti delle velleità filantropiche di Gates. Il Ceo di Space X, infatti, ha reso pubblica (mettendo online alcuni screenshot), una conversazione tra lui e Gates. In questo scambio, il Ceo di Tesla criticava il “collega” per il suo acquisto di 500 milioni di dollari in azioni allo scoperto contro Tesla. Nei messaggi, ha dunque chiesto a Gates se avesse ancora una “posizione di mezzo miliardo di dollari contro Tesla”. “Mi dispiace dire che non l’ho ancora chiusa”, avrebbe risposto il miliardario statunitense, per poi aggiungere: “Vorrei discutere delle possibilità che tu collabori con me nella filantropia”. Ma sul punto il magnate sudafricano lo avrebbe ignorato, dicendo che non poteva prendere sul serio la sua offerta dato che aveva “investito massicciamente contro Tesla, la società che fa più di chiunque altro per risolvere il problema del cambiamento climatico”. Pochi giorni dopo, il sudafricano ha pubblicato un tweet satirico che confrontava Gates con l’emoji dell’“uomo incinta”. E non finisce qui: Musk oggi se la prende (di nuovo) col suo acerrimo rivale Jeff Bezos. L’ultimo volo di New Shepard, razzo della Blue Origin dell’inventore di Amazon, si è concluso brillantemente. I sei turisti spaziali a bordo della navetta sono atterrati sulla terra grazie a una capsula rallentata da un sistema di paracaduti. Tra di loro anche Katya Echazarreta, che a soli 26 anni ha ottenuto il record di più giovane donna statunitense ad affrontare una missione spaziale. Questo è il quinto volo suborbitale per il razzo di Blue Origin. “È una brava persona, suppongo. Sembra che ultimamente stia passando molto tempo nella vasca idromassaggio. Se vuole arrivare in orbita, è meglio che faccia meno feste e lavori di più”, ha scritto su Twitter il tycoon sudafricano rispondendo alla richiesta di un parere su Bezos. Il dente avvelenato c’è e si vede: nonostante il successo dei lanci di New Shepard, infatti, la compagnia è ancora lontana dai successi raggiunti dalla Space X. In più, ogni volta che Musk viene contattato dal Washington Post, giornale di proprietà proprio del “nemico”, invece di rispondere alle richieste dei giornalisti, replica sempre: “Mandate i miei saluti a quel burattinaio del vostro capo”. L’ultima volta, c’è stata una piccolissima variazione nella risposta: “Per la centesima volta. Mandate i miei saluti a quel burattinaio del vostro capo”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga