Nordest, Fedriga: c’è poca manodopera

In occasione della alla convention della Cisl del Veneto e del Fvg, a Pordenone, Fedriga Massimiliano Fedriga, presidente Fvg, ha dichiarato: “Dobbiamo sicuramente avere un occhio di attenzione al sistema produttivo sia della grande che della media impresa e della piccola impresa. Oltre al problema dell’approvvigionamento dell’energia e delle materie prime c’è un serio problema di carenza di manodopera. C’è una richiesta enorme nelle nostre aziende: era partito tutto dal sistema turistico-ricettivo, e oggi le aziende di tutti i settori hanno difficoltà a trovare personale. Questo dobbiamo affrontarlo insieme al governo. come stiamo facendo da diversi anni, mettiamo in alleanza il Nord-Est con opportunità condivise, un rafforzamento dell’attrattività di questo territorio”. In merito al futuro del Nordest Fedriga ha affermato  che “è difficile fare previsioni perché abbiamo dei mercati molto mobili: vediamo il prezzo del gas che fortunatamente si sta riabbassando, ma mi auguro che a livello europeo si possano prendere delle misure di calmieramento dei prezzi, perché lasciare in mano alla borsa di Amsterdam, una borsa privata, le speculazioni mi sembrerebbe profondamente sbagliato. Devo dire però che non ho una visione positiva del futuro, ma partiamo da basi solide. Il Friuli Venezia Giulia nel secondo trimestre 2022 è la Regione che è cresciuta di più in termini di occupazione rispetto addirittura al prepandemia e ha il più grande numero di occupati da quando esistono le derivazioni Istat. Quindi abbiamo spalle larghe, anche se la situazione davanti sembra complessa”.

In occasione della alla convention della Cisl del Veneto e del Fvg, a Pordenone, Fedriga Massimiliano Fedriga, presidente Fvg, ha dichiarato: “Dobbiamo sicuramente avere un occhio di attenzione al sistema produttivo sia della grande che della media impresa e della piccola impresa. Oltre al problema dell’approvvigionamento dell’energia e delle materie prime c’è un serio problema di carenza di manodopera. C’è una richiesta enorme nelle nostre aziende: era partito tutto dal sistema turistico-ricettivo, e oggi le aziende di tutti i settori hanno difficoltà a trovare personale. Questo dobbiamo affrontarlo insieme al governo. come stiamo facendo da diversi anni, mettiamo in alleanza il Nord-Est con opportunità condivise, un rafforzamento dell’attrattività di questo territorio”. In merito al futuro del Nordest Fedriga ha affermato  che “è difficile fare previsioni perché abbiamo dei mercati molto mobili: vediamo il prezzo del gas che fortunatamente si sta riabbassando, ma mi auguro che a livello europeo si possano prendere delle misure di calmieramento dei prezzi, perché lasciare in mano alla borsa di Amsterdam, una borsa privata, le speculazioni mi sembrerebbe profondamente sbagliato. Devo dire però che non ho una visione positiva del futuro, ma partiamo da basi solide. Il Friuli Venezia Giulia nel secondo trimestre 2022 è la Regione che è cresciuta di più in termini di occupazione rispetto addirittura al prepandemia e ha il più grande numero di occupati da quando esistono le derivazioni Istat. Quindi abbiamo spalle larghe, anche se la situazione davanti sembra complessa”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli