OLIMPIADI 2026, PROSEGUONO LAVORI A MILANO SANTA GIULIA  

Proseguono i lavori di bonifica in preparazione dei Giochi Olimpici 2026, in particolare nell’ area di Santa Giulia, dove sorgerà il Palaitalia .Nella periferia di Milano, come ricordato in una nota da Risanamento, società di real estate che si occupa della riqualificazione dell’area, oltre all’arena verranno realizzati più di 3 mila appartamenti, uffici e hotel. I lavori di bonifica, iniziati a luglio 2021, hanno come termine il 2022 per lavori del Lotto Arena e il 2024 l’intera area. “Stiamo procedendo a pieno ritmo con i lavori di bonifica e siamo certi di rimanere nella tabella di marcia prevista per potere garantire lo svolgimento dei lavori successivi di costruzione”, queste le parole di Davide Albertini Petroni, Direttore Generale di Risanamento durante un sopraluogo nel cantiere. “La collaborazione con le autorità locali è proficua e siamo tutti impegnati al raggiungimento dell’obiettivo finale, non solo in funzione delle Olimpiadi, ma per la riqualificazione e costruzione di una nuova centralità urbana per Milano, nella quale verranno innestati altri asset strategici di primaria importanza” ha poi aggiunto. Presente alla visita del cantiere anche Giancarlo Tancredi, assessore alla Rigenerazione Urbana di Milano. I lavori, ha ricordato, sorgono “nel quadrante sud est della città, quello che più cambierà nei prossimi anni: oltre ad ospitare due strutture strategiche delle Olimpiadi 2026, il PalaItalia per l’hockey a Santa Giulia e il Villaggio olimpico a Porta Romana, qui si concentrano investimenti pubblici e privati che porteranno a una rigenerazione diffusa, a beneficio dell’intera città. Nell`area di Santa Giulia verranno realizzati anche un parco attrezzato di circa 360mila mq, scuole, un museo per i bambini, una nuova sede del Conservatorio, residenze in edilizia convenzionata e libera, attività commerciali, uffici e negozi di vicinato” ha dichiarato.

Proseguono i lavori di bonifica in preparazione dei Giochi Olimpici 2026, in particolare nell’ area di Santa Giulia, dove sorgerà il Palaitalia .Nella periferia di Milano, come ricordato in una nota da Risanamento, società di real estate che si occupa della riqualificazione dell’area, oltre all’arena verranno realizzati più di 3 mila appartamenti, uffici e hotel. I lavori di bonifica, iniziati a luglio 2021, hanno come termine il 2022 per lavori del Lotto Arena e il 2024 l’intera area. “Stiamo procedendo a pieno ritmo con i lavori di bonifica e siamo certi di rimanere nella tabella di marcia prevista per potere garantire lo svolgimento dei lavori successivi di costruzione”, queste le parole di Davide Albertini Petroni, Direttore Generale di Risanamento durante un sopraluogo nel cantiere. “La collaborazione con le autorità locali è proficua e siamo tutti impegnati al raggiungimento dell’obiettivo finale, non solo in funzione delle Olimpiadi, ma per la riqualificazione e costruzione di una nuova centralità urbana per Milano, nella quale verranno innestati altri asset strategici di primaria importanza” ha poi aggiunto. Presente alla visita del cantiere anche Giancarlo Tancredi, assessore alla Rigenerazione Urbana di Milano. I lavori, ha ricordato, sorgono “nel quadrante sud est della città, quello che più cambierà nei prossimi anni: oltre ad ospitare due strutture strategiche delle Olimpiadi 2026, il PalaItalia per l’hockey a Santa Giulia e il Villaggio olimpico a Porta Romana, qui si concentrano investimenti pubblici e privati che porteranno a una rigenerazione diffusa, a beneficio dell’intera città. Nell`area di Santa Giulia verranno realizzati anche un parco attrezzato di circa 360mila mq, scuole, un museo per i bambini, una nuova sede del Conservatorio, residenze in edilizia convenzionata e libera, attività commerciali, uffici e negozi di vicinato” ha dichiarato.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli