ONU, BLINKEN PARLA DOMANI AL CONSIGLIO DIRITTI UMANI

 Lunedì gli Stati Uniti sono tornati al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, dopo più di tre anni dall’ ultima volta, quando sotto la presidenza Trump, gli americani avevano deciso di abbandonarlo. Il 1° marzo, il Segretario di Stato Antony J. Blinken porterà le sue osservazioni al Consiglio riunito per la 49a sessione e spiegherà “chiaramente la minaccia rappresentata dalla Russia”, da come si legge nel comunicato del Dipartimento di stato. La nota inoltre descrive come” Il tempismo di questa sessione non potrebbe essere più appropriato” e aggiunge poi “sin dai momenti iniziali dell’attacco premeditato, non provocato e ingiustificato della Russia all’Ucraina, le segnalazioni di violazioni dei diritti umani sono state diffuse. L’invasione della Russia ha danneggiato e distrutto scuole, ospedali, stazioni radio e case, uccidendo e ferendo civili, compresi bambini”. La partecipazione americana alla sessione dei lavori verrà guidata da Sheba Crocker, rappresentate permanente Usa presso le Nazioni Unite a Ginevra, e da Michèle Taylor, ambasciatore presso il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

 Lunedì gli Stati Uniti sono tornati al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, dopo più di tre anni dall’ ultima volta, quando sotto la presidenza Trump, gli americani avevano deciso di abbandonarlo. Il 1° marzo, il Segretario di Stato Antony J. Blinken porterà le sue osservazioni al Consiglio riunito per la 49a sessione e spiegherà “chiaramente la minaccia rappresentata dalla Russia”, da come si legge nel comunicato del Dipartimento di stato. La nota inoltre descrive come” Il tempismo di questa sessione non potrebbe essere più appropriato” e aggiunge poi “sin dai momenti iniziali dell’attacco premeditato, non provocato e ingiustificato della Russia all’Ucraina, le segnalazioni di violazioni dei diritti umani sono state diffuse. L’invasione della Russia ha danneggiato e distrutto scuole, ospedali, stazioni radio e case, uccidendo e ferendo civili, compresi bambini”. La partecipazione americana alla sessione dei lavori verrà guidata da Sheba Crocker, rappresentate permanente Usa presso le Nazioni Unite a Ginevra, e da Michèle Taylor, ambasciatore presso il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli