AdnKronos

Orche speronano e affondano yacht di 15 metri, attacco choc nello stretto di Gibilterra

di adnkronos -


(Adnkronos) – Un numero imprecisato di orche ha affondato uno yacht dopo averlo speronato nelle acque marocchine nello stretto di Gibilterra. Lo ha riferito il servizio di soccorso marittimo della Spagna, riportando l’ultimo di una serie di attacchi simili da parte di questi cetacei avvenuti negli ultimi anni. A bordo dell'imbarcazione, l'Alboran Cognac di 15 metri di lunghezza, c'erano due persone. La coppia ha riferito di aver sentito, intorno alle 9 del mattino di domenica, improvvisi colpi allo scafo e al timone prima che la barca iniziasse a prendere l'acqua. Dopo aver allertato i servizi di soccorso, una vicina petroliera li ha accolti a bordo e li ha trasportati a Gibilterra. Lo yacht è stato lasciato alla deriva e alla fine è affondato. L’incidente è l’ultimo di una serie di attacchi simili avvenuti negli ultimi anni intorno allo stretto di Gibilterra, che separa l’Europa dall’Africa a sud della Spagna, dove molti yacht navigano durante i mesi estivi. Gli esperti ritengono che coinvolgano una sottopopolazione di orca “Gladis”, che comprende circa 15 esemplari. Secondo il gruppo di ricerca GT Atlantic Orca, da maggio 2020 sono state documentate oltre 700 interazioni tra orche e navi nella zona, che si trova lungo la rotta migratoria di questi cetacei. I ricercatori non sono sicuri delle cause del comportamento, ma tra le teorie c'è chepotrebbe trattarsi di espressioni di curiosità, di comportamenti giocosi o di una reazione aggressiva verso le barche percepite come competitor per il tonno rosso, la loro preda preferita. Anche se conosciute come orche assassine, le orche in via di estinzione fanno parte della famiglia dei delfini. Possono misurare fino a 8 metri di lunghezza e pesare fino a 6 tonnellate da adulti.  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Torna alle notizie in home

Le ultime news

Dopo la splendida cerimonia di inaugurazione di sabato 18 maggio al Magazzino 26 di Porto Vecchio a Trieste la Mostra “Da Lubiana a Trieste, la Pietra di Aurisina, del Carso e dell’Istria in Italia e nel Mondo” entra nel vivo degli eventi collaterali con l'incontro con il fotografo Lorenzo Parenzan, dal titolo
Il centro Benessere Capelli ha offerto a Francesco Facchinetti un servizio completo e personalizzato, dalla consulenza iniziale alla realizzazione del patch e all'applicazione del trattamento vero e proprio. Grazie alla competenza e all'esperienza del team di professionisti del centro, Facchinetti ha potuto godere di un'esperienza confortevole e soddisfacente, ottenendo risultati estetici eccellenti e una maggiore fiducia in se stesso.