ORLANDO: ESTENDERE QUOTA ASSUNZIONI DONNE

Andrea Orlando, ministro del Lavoro, ha quest’oggi detto la sua in merito alla clausola del 30% di assunzioni di donne e giovani per le imprese che si aggiudicano progetti del Pnrr  dichiarando che può: “avere una portata di carattere più generale se introduciamo questa misura a tutte le gare della pubblica amministrazione”.
Davanti alle commissioni congiunte Bilancio, Lavoro e Politiche Ue il ministro ha aggiunto: “Io penso sia maturo l’obiettivo di utilizzare come strumento per l’equilibrio di genere perché nel lungo periodo può produrre effetti apprezzabili”
Il ministro ha concluso: “La partecipazione delle donne al mercato del lavoro e la parità di genere sono obiettivi trasversali del Pnrr e vi è la necessità di favorire una piena emancipazione economica e sociale della donna nel mercato del lavoro, prevedendo una sistematizzazione e ristrutturazione degli attuali strumenti di sostegno, con una visione più aderente ai fabbisogni delle donne, attraverso una strategia integrata di investimenti di carattere finanziario e di servizi di supporto per la promozione dell’imprenditorialità femminile”.

Andrea Orlando, ministro del Lavoro, ha quest’oggi detto la sua in merito alla clausola del 30% di assunzioni di donne e giovani per le imprese che si aggiudicano progetti del Pnrr  dichiarando che può: “avere una portata di carattere più generale se introduciamo questa misura a tutte le gare della pubblica amministrazione”.
Davanti alle commissioni congiunte Bilancio, Lavoro e Politiche Ue il ministro ha aggiunto: “Io penso sia maturo l’obiettivo di utilizzare come strumento per l’equilibrio di genere perché nel lungo periodo può produrre effetti apprezzabili”
Il ministro ha concluso: “La partecipazione delle donne al mercato del lavoro e la parità di genere sono obiettivi trasversali del Pnrr e vi è la necessità di favorire una piena emancipazione economica e sociale della donna nel mercato del lavoro, prevedendo una sistematizzazione e ristrutturazione degli attuali strumenti di sostegno, con una visione più aderente ai fabbisogni delle donne, attraverso una strategia integrata di investimenti di carattere finanziario e di servizi di supporto per la promozione dell’imprenditorialità femminile”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli