Pallanuoto, Europei: Italia supera il Montenegro e vola ai quarti di finale

L’Italia supera il Montenegro con il punteggio finale di 13-8 (1-0, 3-3, 6-2, 3-3) e accede ai quarti di finale dell’Europeo di pallanuoto. Battuti i balcanici, bronzo europeo in carica che due anni fa eliminarono il Settebello ai quarti di finale di Budapest.
Quaterna di Dolce e tripletta di Cannella che sul 5-5 nel terzo periodo, aprono e chiudono il break decisivo, stordendo la difesa avversaria con un 5-0 straordinario nel terzo periodo. Partita fisica con tanto pressing da entrambe e molte espulsioni. Gli azzurri confermano anche i progressi nel gioco e sporcano l’uomo in più (5/9) quando il match era indirizzato.

Al termine del match sono arrivate naturalmente le parole del CT Sandro Campagna: “E’ stata la partita che c’aspettavamo. Eravamo preparati dal punto vista fisico e psicologico. Abbiamo giocato secondo le strategie predeterminate.
Mi è piaciuta la resistenza all’alta intensità. Nei primi due tempi il Montenegro ci ha asfissiato col pressing e non abbiamo giocato la pallanuoto che più si addice a noi. Poi abbiamo rotto il fiato giocando come sappiamo.
Preferisco aver fatto questo tipo di partita ai quarti di finale saremo abituati a match tosti, ma chiunque avremo davanti non ci farà paura”.

L’Italia tornerà in vasca martedì 6 settembre alle 20.30 contro la vincente tra la Francia e la Serbia, che si sfideranno domenica 4 settembre agli ottavi di finale. Passano ai quarti anche Spagna e Ungheria.

L’Italia supera il Montenegro con il punteggio finale di 13-8 (1-0, 3-3, 6-2, 3-3) e accede ai quarti di finale dell’Europeo di pallanuoto. Battuti i balcanici, bronzo europeo in carica che due anni fa eliminarono il Settebello ai quarti di finale di Budapest.
Quaterna di Dolce e tripletta di Cannella che sul 5-5 nel terzo periodo, aprono e chiudono il break decisivo, stordendo la difesa avversaria con un 5-0 straordinario nel terzo periodo. Partita fisica con tanto pressing da entrambe e molte espulsioni. Gli azzurri confermano anche i progressi nel gioco e sporcano l’uomo in più (5/9) quando il match era indirizzato.

Al termine del match sono arrivate naturalmente le parole del CT Sandro Campagna: “E’ stata la partita che c’aspettavamo. Eravamo preparati dal punto vista fisico e psicologico. Abbiamo giocato secondo le strategie predeterminate.
Mi è piaciuta la resistenza all’alta intensità. Nei primi due tempi il Montenegro ci ha asfissiato col pressing e non abbiamo giocato la pallanuoto che più si addice a noi. Poi abbiamo rotto il fiato giocando come sappiamo.
Preferisco aver fatto questo tipo di partita ai quarti di finale saremo abituati a match tosti, ma chiunque avremo davanti non ci farà paura”.

L’Italia tornerà in vasca martedì 6 settembre alle 20.30 contro la vincente tra la Francia e la Serbia, che si sfideranno domenica 4 settembre agli ottavi di finale. Passano ai quarti anche Spagna e Ungheria.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli