Pandemia e uso dei pc, Microsoft precorre i tempi e lancia gli aggiornamenti Windows 11

Negli ultimi due anni, infatti, la tecnologia è stata fondamentale nella trasformazione degli stili di vita a causa dell’emergenza sanitaria. Dal 2020 ad oggi, si è rafforzata una nuova infrastruttura ibrida, tra lavoro, formazione e vita privata, che assicura alle persone di essere maggiormente flessibili, scegliendo dove e come trascorrere il proprio tempo. In questo, è centrale l’uso del pc, aprendo la strada ad un nuovo utilizzo del personal computer, con un aumento duraturo del tempo trascorso e del numero di device disponibili per ogni famiglia.

Microsoft, in questo scenario, stima che il sistema operativo Windows alimenti oltre 1,4 miliardi di dispositivi attivi al mese, con un aumento del 10% del tempo trascorso su Windows rispetto ai livelli pre-pandemia.

Per questo, Microsoft anticipa i tempi. L’offerta di aggiornamenti a Windows 11 si appresta ad entrare nella sua fase finale di distribuzione già ora (il piano iniziale fissava questo momento a metà del 2022). I dati confortano l’iniziativa. Windows 11 sta aumentando il coinvolgimento delle persone che trascorrono il 40% di tempo in più sul proprio PC Windows 11 rispetto a Windows 10. E gli utenti stanno apprezzando – sostiene Microsoft – i vantaggi offerti dalle feature multitasking e produttive dei pc Windows. Mentre quasi la metà degli utenti di Windows 11 si avvale dei nuovi Snap Layouts.

A partire dal prossimo mese, saranno disponibili nuove esperienze in Windows. Tra esse, l’anteprima pubblica sull’utilizzo delle applicazioni AndroidTM su Windows 11 – attraverso il Microsoft Store e i partner Amazon e Intel. E ancora, miglioramenti alla barra delle applicazioni grazie alla funzione mute e unmute per le chiamate e una condivisione più semplice delle schermate, oltre all’introduzione di due nuove applicazioni ridisegnate, Notepad e Media Player.

Negli ultimi due anni, infatti, la tecnologia è stata fondamentale nella trasformazione degli stili di vita a causa dell’emergenza sanitaria. Dal 2020 ad oggi, si è rafforzata una nuova infrastruttura ibrida, tra lavoro, formazione e vita privata, che assicura alle persone di essere maggiormente flessibili, scegliendo dove e come trascorrere il proprio tempo. In questo, è centrale l’uso del pc, aprendo la strada ad un nuovo utilizzo del personal computer, con un aumento duraturo del tempo trascorso e del numero di device disponibili per ogni famiglia.

Microsoft, in questo scenario, stima che il sistema operativo Windows alimenti oltre 1,4 miliardi di dispositivi attivi al mese, con un aumento del 10% del tempo trascorso su Windows rispetto ai livelli pre-pandemia.

Per questo, Microsoft anticipa i tempi. L’offerta di aggiornamenti a Windows 11 si appresta ad entrare nella sua fase finale di distribuzione già ora (il piano iniziale fissava questo momento a metà del 2022). I dati confortano l’iniziativa. Windows 11 sta aumentando il coinvolgimento delle persone che trascorrono il 40% di tempo in più sul proprio PC Windows 11 rispetto a Windows 10. E gli utenti stanno apprezzando – sostiene Microsoft – i vantaggi offerti dalle feature multitasking e produttive dei pc Windows. Mentre quasi la metà degli utenti di Windows 11 si avvale dei nuovi Snap Layouts.

A partire dal prossimo mese, saranno disponibili nuove esperienze in Windows. Tra esse, l’anteprima pubblica sull’utilizzo delle applicazioni AndroidTM su Windows 11 – attraverso il Microsoft Store e i partner Amazon e Intel. E ancora, miglioramenti alla barra delle applicazioni grazie alla funzione mute e unmute per le chiamate e una condivisione più semplice delle schermate, oltre all’introduzione di due nuove applicazioni ridisegnate, Notepad e Media Player.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli