Per i carabinieri, in arrivo un organo di assistenza fiscale e pensionistica

Lunedì 20 giugno, alle ore 17.30, presso l’Hotel Dragonara di San Giovanni Teatino (CH), si terrà l’evento di presentazione del Dipartimento Trattamento Stipendiale e Pensionistico del sindacato SIM Carabinieri. Un nuovo settore, altamente specialistico, fortemente voluto e ideato dal Segretario generale Antonio Serpi. Saranno presenti alla cerimonia di inaugurazione il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise Gen. Brig. Paolo Aceto, il Sindaco di Chieti Diego Ferrara e il Segretario Generale SIM Carabinieri Antonio Serpi che afferma “abbiamo scelto l’Abruzzo perché qui, nella stessa regione, è già presente il Centro Nazionale Amministrativo dell’Arma e la vicinanza tra i due presidi, quindi, si rivelerà strategica”.
La nuova articolazione nasce in relazione alle incertezze fiscali e previdenziali nel settore pubblico e avrà lo scopo di offrire una consulenza professionale e chiara, anche sulla complicata architettura stipendiale, al personale dell’Arma dei Carabinieri tesserato col SIM, la più grande realtà sindacale delle Forze Armate.
Al convegno parteciperanno, nell’ordine, il Segretario nazionale del Sim Carabinieri Carlo Calabrese che illustrerà le funzioni del dipartimento e come le sedi distaccate, presenti su tutto il territorio nazionale, potranno operare in sinergia con la struttura centrale. Seguirà poi la relazione del Commissario straordinario SIM Abruzzo, Gianluca Spaziani, che elencherà tutti i servizi che il Dipartimento garantirà sia a livello nazionale sia attraverso le sedi locali capillarizzate in tutta Italia.
“In un momento in cui il ceto medio è più esposto all’inflazione e non gode più di buona salute, abbiamo voluto creare questo polo fatto di specialisti pronti a supportare le specifiche istanze delle nostre donne e dei nostri uomini. Inoltre, aggiungo, con questo strumento verrà garantita una costante interlocuzione con i vertici della nostra Istituzione e con le compagini politiche e di governo impegnate nei settori economia, finanza, welfare” – Conclude Serpi.

Lunedì 20 giugno, alle ore 17.30, presso l’Hotel Dragonara di San Giovanni Teatino (CH), si terrà l’evento di presentazione del Dipartimento Trattamento Stipendiale e Pensionistico del sindacato SIM Carabinieri. Un nuovo settore, altamente specialistico, fortemente voluto e ideato dal Segretario generale Antonio Serpi. Saranno presenti alla cerimonia di inaugurazione il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise Gen. Brig. Paolo Aceto, il Sindaco di Chieti Diego Ferrara e il Segretario Generale SIM Carabinieri Antonio Serpi che afferma “abbiamo scelto l’Abruzzo perché qui, nella stessa regione, è già presente il Centro Nazionale Amministrativo dell’Arma e la vicinanza tra i due presidi, quindi, si rivelerà strategica”.
La nuova articolazione nasce in relazione alle incertezze fiscali e previdenziali nel settore pubblico e avrà lo scopo di offrire una consulenza professionale e chiara, anche sulla complicata architettura stipendiale, al personale dell’Arma dei Carabinieri tesserato col SIM, la più grande realtà sindacale delle Forze Armate.
Al convegno parteciperanno, nell’ordine, il Segretario nazionale del Sim Carabinieri Carlo Calabrese che illustrerà le funzioni del dipartimento e come le sedi distaccate, presenti su tutto il territorio nazionale, potranno operare in sinergia con la struttura centrale. Seguirà poi la relazione del Commissario straordinario SIM Abruzzo, Gianluca Spaziani, che elencherà tutti i servizi che il Dipartimento garantirà sia a livello nazionale sia attraverso le sedi locali capillarizzate in tutta Italia.
“In un momento in cui il ceto medio è più esposto all’inflazione e non gode più di buona salute, abbiamo voluto creare questo polo fatto di specialisti pronti a supportare le specifiche istanze delle nostre donne e dei nostri uomini. Inoltre, aggiungo, con questo strumento verrà garantita una costante interlocuzione con i vertici della nostra Istituzione e con le compagini politiche e di governo impegnate nei settori economia, finanza, welfare” – Conclude Serpi.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli