PIARULLI (M5S), AIGA:  COSTITUITO OSSERVATORIO SULLE CARCERI

“L’Associazione italiana Giovani Avvocati ha da poco costituito un proprio osservatorio sulle carceri, con lo scopo di accendere un faro su una parte del sistema giudiziario, e sociale, spesso dimenticato. Ieri ha compiuto un’ispezione simultanea in ben 19 istituti penitenziari.
Si tratta del primo passo di un progetto ben più ampio che si dispiegherà nei prossimi mesi. Ho accolto il loro invito ad aderire a questa lodevole iniziativa con un sentimento di speranza perché, finalmente, l’attenzione sul tema inizia ad allargarsi a macchia d’olio. Insieme al presidente Perchinunno ho visitato il carcere romano di Regina Coeli, rilevando notevoli criticità che colpiscono seriamente le condizioni di vita e di lavoro dei detenuti e del personale della Polizia Penitenziaria.
E’ una situazione che si riscontra in molti altri istituti penitenziari italiani”. È quanto si può leggere dal comunicato ufficiale redatto da Bruna Piarulli (M5S).

La senatrice penta stellata, componente della commissione Giustizia e presidente della commissione Forteto di Palazzo Madama, ha proseguito: “In questa legislatura abbiamo compiuto alcuni passi in avanti per migliorare la condizione delle carceri, con investimenti sulle risorse umane e sulle strutture che stanno dispiegando i primi effetti e continueranno a farlo nei prossimi anni. Non bisogna mai dimenticare il dettato della nostra Costituzione, ovvero che la pena ha una finalità rieducativa.
Oggi quel principio non trova piena attuazione, in alcuni casi viene del tutto tradito, e serve uno sforzo costante e massiccio affinché diventi una realtà ovunque”.

“L’Associazione italiana Giovani Avvocati ha da poco costituito un proprio osservatorio sulle carceri, con lo scopo di accendere un faro su una parte del sistema giudiziario, e sociale, spesso dimenticato. Ieri ha compiuto un’ispezione simultanea in ben 19 istituti penitenziari.
Si tratta del primo passo di un progetto ben più ampio che si dispiegherà nei prossimi mesi. Ho accolto il loro invito ad aderire a questa lodevole iniziativa con un sentimento di speranza perché, finalmente, l’attenzione sul tema inizia ad allargarsi a macchia d’olio. Insieme al presidente Perchinunno ho visitato il carcere romano di Regina Coeli, rilevando notevoli criticità che colpiscono seriamente le condizioni di vita e di lavoro dei detenuti e del personale della Polizia Penitenziaria.
E’ una situazione che si riscontra in molti altri istituti penitenziari italiani”. È quanto si può leggere dal comunicato ufficiale redatto da Bruna Piarulli (M5S).

La senatrice penta stellata, componente della commissione Giustizia e presidente della commissione Forteto di Palazzo Madama, ha proseguito: “In questa legislatura abbiamo compiuto alcuni passi in avanti per migliorare la condizione delle carceri, con investimenti sulle risorse umane e sulle strutture che stanno dispiegando i primi effetti e continueranno a farlo nei prossimi anni. Non bisogna mai dimenticare il dettato della nostra Costituzione, ovvero che la pena ha una finalità rieducativa.
Oggi quel principio non trova piena attuazione, in alcuni casi viene del tutto tradito, e serve uno sforzo costante e massiccio affinché diventi una realtà ovunque”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli