Pil, Gentiloni: 14 luglio presenterò le previsioni

È quest’oggi intervenuto ai microfoni di Radio 24 il Commissario europeo per gli affari economici e
monetari Paolo Gentiloni dichiarando: "Presenterò le nostre previsioni economiche estive il 14 luglio. Di
sicuro siamo di fronte ad una frenata brusca dell`economia europea ma non siamo in recessione.
Io non credo ai profeti di sventura, possiamo entrare in una recessione è chiaro, perché dipende dalla
durata della guerra, dalle forniture energetiche, ci sono contesti che potrebbero portarci in territorio
negativo, ma nel primo trimestre non lo siamo stati in Europa e i primi segnali che vediamo dal secondo
trimestre sono di un`attività certamente rallentata ma ancora in territorio positivo. E` chiaro che si deve
fare i conti con un`inflazione che la mia generazione ha conosciuto bene, ma che negli ultimi 20-30 anni
non c`è stata in Europa e adesso è all`8,6%, è un`inflazione molto particolare perché condizionata dalla
sua componente energetica che oggi è al 42% mentre nel gennaio-febbraio 2021 era ancora negativo".

È quest’oggi intervenuto ai microfoni di Radio 24 il Commissario europeo per gli affari economici e
monetari Paolo Gentiloni dichiarando: "Presenterò le nostre previsioni economiche estive il 14 luglio. Di
sicuro siamo di fronte ad una frenata brusca dell`economia europea ma non siamo in recessione.
Io non credo ai profeti di sventura, possiamo entrare in una recessione è chiaro, perché dipende dalla
durata della guerra, dalle forniture energetiche, ci sono contesti che potrebbero portarci in territorio
negativo, ma nel primo trimestre non lo siamo stati in Europa e i primi segnali che vediamo dal secondo
trimestre sono di un`attività certamente rallentata ma ancora in territorio positivo. E` chiaro che si deve
fare i conti con un`inflazione che la mia generazione ha conosciuto bene, ma che negli ultimi 20-30 anni
non c`è stata in Europa e adesso è all`8,6%, è un`inflazione molto particolare perché condizionata dalla
sua componente energetica che oggi è al 42% mentre nel gennaio-febbraio 2021 era ancora negativo".

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli