Pillole di Politica

Che fine ha fatto il MES?

Nessuno ne parla più. Nemmeno Matteo Renzi che con il MES per mesi ci ha scassato i gabasisi. Così come nulla sappiamo ancora del Recovery per il quale, entro il 30 aprile, dovremo presentare il nostro piano a Bruxelles.

E’ stato sufficiente “sfrattare” da Palazzo Chigi Giuseppe Conte e il segretario di Italia Viva si è “ammutolito”, anche perché dovrà pensare che cosa fare alle prossime elezioni con il suo 2 per cento…

Sic transit gloria mundi, lui che con il 40 per cento delle europee del faticava a tenere la testa sul collo e i piedi per terra. E invece…

 

Il 10 giugno all’Olimpico  solo vecchietti

In questo periodo di pandemia dove non c’è più certezza di niente, un appuntamento è sicuro: il 10 giugno sedicimila vecchietti saranno tutti allo stadio Olimpico di Roma per… Per quella data  infatti solo i 70 e gli 80 enni saranno stati vaccinati con le due dosi. Un annuncio, quello del Governo, abbastanza sconcertante perché si scontra con la linea di prudenza più volte ribadita dal Presidente del Consiglio per tutti gli altri settori. Come si fa a prevedere che per quella data i parametri della pandemia lo consentiranno? Una cosa è certa: con Conte quell’evento non ci sarebbe stato. Anche perché “Giuseppi” non avrebbe avuto tra le scatole quel Salvini che, auspice il Colle, purtroppo si trova Draghi.

 

Aperture: Salvini  e Casa Pound “piegano” Draghi

Ai primi di aprile il Presidente del Consiglio ci aveva detto che i dati sull’andamento della pandemia gli impedivano di dare un calendario sulle “riaperture”. Sono passate un paio di settimane e dal 26 aprile l’Italia riapre… Più dei dati, forse, il Governo si è “piegato” alle pressioni politiche di Salvini e di una piazza fomentata dagli attivisti di Casa Pound. Con sedici mila nuovi contagi al giorno, 429 morti, oltre cinquecento mila casi infezioni in atto e settantenni, ottantenni e novantenni non ancora tutti vaccinati, riesce difficile parlare, come ha fatto Draghi, di “rischio calcolato”. Rischio certamente ma, con questi dati, calcolato male. Siamo di fronte ad un azzardo alla cieca, ad un vero e proprio cedimento politico. Certamente la perdurante “sofferenza” di molte categorie ha avuto un peso nelle decisioni del Governo e c’è da augurarsi che tutto vada bene. Diversamente, eventuali richiusure comporterebbero danni economici  gravissimi oltre ad un pesante tributo in termini di vite umane.

PdA

 

Che fine ha fatto il MES?

Nessuno ne parla più. Nemmeno Matteo Renzi che con il MES per mesi ci ha scassato i gabasisi. Così come nulla sappiamo ancora del Recovery per il quale, entro il 30 aprile, dovremo presentare il nostro piano a Bruxelles.

E’ stato sufficiente “sfrattare” da Palazzo Chigi Giuseppe Conte e il segretario di Italia Viva si è “ammutolito”, anche perché dovrà pensare che cosa fare alle prossime elezioni con il suo 2 per cento…

Sic transit gloria mundi, lui che con il 40 per cento delle europee del faticava a tenere la testa sul collo e i piedi per terra. E invece…

 

Il 10 giugno all’Olimpico  solo vecchietti

In questo periodo di pandemia dove non c’è più certezza di niente, un appuntamento è sicuro: il 10 giugno sedicimila vecchietti saranno tutti allo stadio Olimpico di Roma per… Per quella data  infatti solo i 70 e gli 80 enni saranno stati vaccinati con le due dosi. Un annuncio, quello del Governo, abbastanza sconcertante perché si scontra con la linea di prudenza più volte ribadita dal Presidente del Consiglio per tutti gli altri settori. Come si fa a prevedere che per quella data i parametri della pandemia lo consentiranno? Una cosa è certa: con Conte quell’evento non ci sarebbe stato. Anche perché “Giuseppi” non avrebbe avuto tra le scatole quel Salvini che, auspice il Colle, purtroppo si trova Draghi.

 

Aperture: Salvini  e Casa Pound “piegano” Draghi

Ai primi di aprile il Presidente del Consiglio ci aveva detto che i dati sull’andamento della pandemia gli impedivano di dare un calendario sulle “riaperture”. Sono passate un paio di settimane e dal 26 aprile l’Italia riapre… Più dei dati, forse, il Governo si è “piegato” alle pressioni politiche di Salvini e di una piazza fomentata dagli attivisti di Casa Pound. Con sedici mila nuovi contagi al giorno, 429 morti, oltre cinquecento mila casi infezioni in atto e settantenni, ottantenni e novantenni non ancora tutti vaccinati, riesce difficile parlare, come ha fatto Draghi, di “rischio calcolato”. Rischio certamente ma, con questi dati, calcolato male. Siamo di fronte ad un azzardo alla cieca, ad un vero e proprio cedimento politico. Certamente la perdurante “sofferenza” di molte categorie ha avuto un peso nelle decisioni del Governo e c’è da augurarsi che tutto vada bene. Diversamente, eventuali richiusure comporterebbero danni economici  gravissimi oltre ad un pesante tributo in termini di vite umane.

PdA

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli