Pioli: il nostro obiettivo è vincere sempre

Terminata la sosta nazionali il Milan affronterà in trasferta l’ Empoli, prima di iniziare un vero e proprio tour de force fino alla sosta per i Mondiali in Qatar.
“Giocheremo 12 partite in 44 giorni, ma non dovremo cambiare la nostra mentalità. Non mi piace quando sento che dobbiamo gestire le risorse. Dobbiamo andare in campo sempre e dare tutto” ha detto il tecnico Pioli in conferenza stampa.
Sugli avversari di sabato l’ allenatore rossonero dice:  “Loro proveranno a non farci giocare. Tatarusanu sa giocare con i piedi, ma sarà più importante dare soluzioni a chi ha il pallone. Dovremo essere preparati. Vincere è sempre il nostro obiettivo, in casa e fuori. Dispiace non esserci riuscito finora fuori casa, non so se è un caso, ma credo che l’unica volta in cui abbiamo giocato sotto il nostro livello è stato contro il Sassuolo. Veniamo da una sconfitta e quindi vogliamo ripartire subito con il piede giusto contro un avversario che rispettiamo. Abbiamo analizzato i gol subiti e i nostri dati che dicono che siamo quelli che concedono di meno. Serve maggiore attenzione e concentrazione, se abbiamo subito tutti questi gol è perché sono mancate”. Se a ferragosto avessero detto di questa classifica in Serie A e Champions “Non avrei accettato, abbiamo fatto un buon inizio ma non eccellente. Le prestazioni ci sono state, ma prestazioni e risultati devono andare di pari passo e non ci siamo sempre riusciti. In Champions abbiamo fatto meglio, ma ora concentriamoci sul campionato: questo troncone sarà molto importante” ha aggiunto Pioli.

Terminata la sosta nazionali il Milan affronterà in trasferta l’ Empoli, prima di iniziare un vero e proprio tour de force fino alla sosta per i Mondiali in Qatar.
“Giocheremo 12 partite in 44 giorni, ma non dovremo cambiare la nostra mentalità. Non mi piace quando sento che dobbiamo gestire le risorse. Dobbiamo andare in campo sempre e dare tutto” ha detto il tecnico Pioli in conferenza stampa.
Sugli avversari di sabato l’ allenatore rossonero dice:  “Loro proveranno a non farci giocare. Tatarusanu sa giocare con i piedi, ma sarà più importante dare soluzioni a chi ha il pallone. Dovremo essere preparati. Vincere è sempre il nostro obiettivo, in casa e fuori. Dispiace non esserci riuscito finora fuori casa, non so se è un caso, ma credo che l’unica volta in cui abbiamo giocato sotto il nostro livello è stato contro il Sassuolo. Veniamo da una sconfitta e quindi vogliamo ripartire subito con il piede giusto contro un avversario che rispettiamo. Abbiamo analizzato i gol subiti e i nostri dati che dicono che siamo quelli che concedono di meno. Serve maggiore attenzione e concentrazione, se abbiamo subito tutti questi gol è perché sono mancate”. Se a ferragosto avessero detto di questa classifica in Serie A e Champions “Non avrei accettato, abbiamo fatto un buon inizio ma non eccellente. Le prestazioni ci sono state, ma prestazioni e risultati devono andare di pari passo e non ci siamo sempre riusciti. In Champions abbiamo fatto meglio, ma ora concentriamoci sul campionato: questo troncone sarà molto importante” ha aggiunto Pioli.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli