Più di 5mila persone ai funerali di Leonardo Del Vecchio

Circa 5mila persone hanno partecipato ai funerali di Leonardo Del Vecchio ad Agordo in provincia di Belluno. Le esequie del patron di Luxottica si sono tenute proprio nel paese dove fondo nel 1961 quello che sarebbe diventato un gigante mondiale nel settore dell’occhialeria. Grandi applausi al Palaluxottica dopo gli interventi commossi di diversi membri della famiglia dell’imprenditore. La camera ardente è stata allestita proprio all’interno del grande edificio polivalente ed è rimasta aperta fino alle 6 di stamattina. Su un maxischermo allestito fuori dal Palaluxottica sono state proiettate le immagini più importanti della vita di Del Vecchio.

In molti hanno voluto rivolgere l’ultimo saluto al secondo uomo più ricco d’Italia: Francesco Gaetano Caltagirone, Cirillo Marcolin, Domenico Dolce, Alessandro e Luciano Benetton, l’ex ad di Luxottica Andrea Guerra, il ministro dei rapporti con il parlamento Federico D’Incà. Tantissimi i dipendenti con la divisa da lavoro che hanno esposto uno striscione “Grazie di cuore, non ti dimenticheremo mai”.

“Mio padre”, ha ricordato il figlio Claudio Del Vecchio, “si emozionava solo quando parlava dei suoi operai. Fino all’ultimo ha pensato ai suoi dipendenti. Quando sono andato a trovarlo per l’ultima volta in ospedale, l’ho visto nervoso. Salutandolo, gli ho detto che andavo ad Agordo, a vedere la fabbrica che non vedevo da tempo a causa del Covid. In quel momento il suo viso si è illuminato e ha fatto un gran sorriso. E mi ha detto: ’la fabbrica, è così bella adesso'”.

Circa 5mila persone hanno partecipato ai funerali di Leonardo Del Vecchio ad Agordo in provincia di Belluno. Le esequie del patron di Luxottica si sono tenute proprio nel paese dove fondo nel 1961 quello che sarebbe diventato un gigante mondiale nel settore dell’occhialeria. Grandi applausi al Palaluxottica dopo gli interventi commossi di diversi membri della famiglia dell’imprenditore. La camera ardente è stata allestita proprio all’interno del grande edificio polivalente ed è rimasta aperta fino alle 6 di stamattina. Su un maxischermo allestito fuori dal Palaluxottica sono state proiettate le immagini più importanti della vita di Del Vecchio.

In molti hanno voluto rivolgere l’ultimo saluto al secondo uomo più ricco d’Italia: Francesco Gaetano Caltagirone, Cirillo Marcolin, Domenico Dolce, Alessandro e Luciano Benetton, l’ex ad di Luxottica Andrea Guerra, il ministro dei rapporti con il parlamento Federico D’Incà. Tantissimi i dipendenti con la divisa da lavoro che hanno esposto uno striscione “Grazie di cuore, non ti dimenticheremo mai”.

“Mio padre”, ha ricordato il figlio Claudio Del Vecchio, “si emozionava solo quando parlava dei suoi operai. Fino all’ultimo ha pensato ai suoi dipendenti. Quando sono andato a trovarlo per l’ultima volta in ospedale, l’ho visto nervoso. Salutandolo, gli ho detto che andavo ad Agordo, a vedere la fabbrica che non vedevo da tempo a causa del Covid. In quel momento il suo viso si è illuminato e ha fatto un gran sorriso. E mi ha detto: ’la fabbrica, è così bella adesso'”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli