Pnrr, Cgil: risolvere contraddizione tra presidente del consiglio e dei ministri

In seguito alla presentazione della mozione dalla Lega al Senato per rivedere i criteri di assegnazione dei fondi del Piano di ripresa e resilienza,  il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra ha dichiarato: “I finanziamenti del Pnrr devono rispondere ad obiettivi precisi: intervenire per ridurre i divari territoriali è uno di questi. Il Governo presidi invece il vincolo minimo del 40% di risorse al Mezzogiorno, considerato che alcuni ministeri non lo stanno osservando. Risulta evidente la contraddizione tra quanto affermato dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel suo discorso programmatico alla Camera, circa la centralità del Mezzogiorno nell`azione di Governo, e i comportamenti di forze della sua maggioranza. Questa contraddizione va immediatamente risolta esprimendo formalmente contrarietà verso i contenuti di quella mozione”.

In seguito alla presentazione della mozione dalla Lega al Senato per rivedere i criteri di assegnazione dei fondi del Piano di ripresa e resilienza,  il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra ha dichiarato: “I finanziamenti del Pnrr devono rispondere ad obiettivi precisi: intervenire per ridurre i divari territoriali è uno di questi. Il Governo presidi invece il vincolo minimo del 40% di risorse al Mezzogiorno, considerato che alcuni ministeri non lo stanno osservando. Risulta evidente la contraddizione tra quanto affermato dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel suo discorso programmatico alla Camera, circa la centralità del Mezzogiorno nell`azione di Governo, e i comportamenti di forze della sua maggioranza. Questa contraddizione va immediatamente risolta esprimendo formalmente contrarietà verso i contenuti di quella mozione”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli