Porti, Rixi:  per impianti Gnl serve macchina burocratica più agile

 

In occasione dell’assemblea pubblica di Federchimica-Assogasliquidi, Edoardo Rixi, il vice ministro delle Infrastrutture, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di investire sugli impianti per il Gnl nei porti. Per farlo servono norme stabili e la capacità del Paese di diversificare le fonti di rifornimento della catena logistica. Il mondo cambia in fretta e dobbiamo avere una macchina burocratica più agile, con norme adeguate alle sfide che questi anni ci impongono. Quando si parla di transizione ecologica e di sostenibilità ambientale non si può fare a meno del gas liquido e soprattutto non si può fare a meno di ragionare sugli approvvigionamenti per automezzi e impianti, al fine di renderli ecologicamente sostenibili ma anche economicamente convenienti”.

 

In occasione dell’assemblea pubblica di Federchimica-Assogasliquidi, Edoardo Rixi, il vice ministro delle Infrastrutture, ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di investire sugli impianti per il Gnl nei porti. Per farlo servono norme stabili e la capacità del Paese di diversificare le fonti di rifornimento della catena logistica. Il mondo cambia in fretta e dobbiamo avere una macchina burocratica più agile, con norme adeguate alle sfide che questi anni ci impongono. Quando si parla di transizione ecologica e di sostenibilità ambientale non si può fare a meno del gas liquido e soprattutto non si può fare a meno di ragionare sugli approvvigionamenti per automezzi e impianti, al fine di renderli ecologicamente sostenibili ma anche economicamente convenienti”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli