Reti elettriche: intesa Areti-Rse per la modernizzazione a Roma e in Italia

Reti elettriche, c’è un accordo tra Areti, società del gruppo Acea che opera nel settore della distribuzione elettrica e Rse, Ricerca Sistema Energetico. L’obiettivo è una collaborazione nelle attività di sviluppo delle infrastrutture elettriche per una completa modernizzazione delle reti, in linea con gli obiettivi di decarbonizzazione previsti dall’Agenda 2030.

L’intesa, firmata da Massimo Bonato, amministratore delegato di Areti e Maurizio Delfanti, amministratore delegato di Rse, avrà durata triennale e consentirà di proseguire le attività di ricerca e innovazione avviate nell’ambito del progetto europeo “Platone”, con l’obiettivo di abilitare meccanismi innovativi di flessibilità energetica per i cittadini, in sinergia con le metodologie tradizionali di gestione delle reti elettriche di distribuzione.

Il progetto “Platone”, coordinato da Acea e Areti, è al momento in fase di attuazione in via sperimentale in alcuni quartieri della città di Roma. E qui svilupperà le metodologie di monitoraggio dell’impatto sulle reti della ricarica smart dei veicoli elettrici, nonché il quadro di sostenibilità regolatoria ed economica, sviluppando adeguati indicatori tecnico-economici.

“L’evoluzione verso la mobilità elettrica è un percorso che l’Italia dovrà affrontare con convinzione, inserendosi nel più ampio scenario di cambiamento che il nostro Paese è chiamato a compiere in ottica di decarbonizzazione – ha commentato Maurizio Delfanti – La sinergia con Areti si pone in questa direzione, con lo scopo di individuare soluzioni tecnologiche compatibili con le esigenze operative, di innovazione e di sostenibilità della rete”.

L’accordo amplia anche il portafoglio di attività strategiche sulle quali Areti e Rse potranno lavorare in maniera sinergica sia a livello nazionale che internazionale. Questa collaborazione, infatti, si inserisce nell’ambito dell’iniziativa globale Mission Innovation che vede l’Italia, e in particolare Rse e Areti, a supporto del Ministero per la Transizione Ecologica nella definizione e l’attuazione di progetti legati alle attività di ricerca e innovazione della “Green Powered Future Mission” a guida di Italia, Cina e Regno Unito.

L’intesa interviene nel quadro di un piano di interventi che Areti ha espressamente dedicato alla Capitale, nel solco degli obiettivi della transizione ecologica. “Stiamo investendo su questo tema importanti risorse sia economiche che umane, tanto da rappresentare ormai un riferimento a livello europeo su questo tema – ha aggiunto Massimo Bonato – La collaborazione con RSE ci consentirà di accelerare l’ottenimento dei risultati attesi a beneficio dei cittadini romani e del sistema elettrico nazionale”.

 

Reti elettriche, c’è un accordo tra Areti, società del gruppo Acea che opera nel settore della distribuzione elettrica e Rse, Ricerca Sistema Energetico. L’obiettivo è una collaborazione nelle attività di sviluppo delle infrastrutture elettriche per una completa modernizzazione delle reti, in linea con gli obiettivi di decarbonizzazione previsti dall’Agenda 2030.

L’intesa, firmata da Massimo Bonato, amministratore delegato di Areti e Maurizio Delfanti, amministratore delegato di Rse, avrà durata triennale e consentirà di proseguire le attività di ricerca e innovazione avviate nell’ambito del progetto europeo “Platone”, con l’obiettivo di abilitare meccanismi innovativi di flessibilità energetica per i cittadini, in sinergia con le metodologie tradizionali di gestione delle reti elettriche di distribuzione.

Il progetto “Platone”, coordinato da Acea e Areti, è al momento in fase di attuazione in via sperimentale in alcuni quartieri della città di Roma. E qui svilupperà le metodologie di monitoraggio dell’impatto sulle reti della ricarica smart dei veicoli elettrici, nonché il quadro di sostenibilità regolatoria ed economica, sviluppando adeguati indicatori tecnico-economici.

“L’evoluzione verso la mobilità elettrica è un percorso che l’Italia dovrà affrontare con convinzione, inserendosi nel più ampio scenario di cambiamento che il nostro Paese è chiamato a compiere in ottica di decarbonizzazione – ha commentato Maurizio Delfanti – La sinergia con Areti si pone in questa direzione, con lo scopo di individuare soluzioni tecnologiche compatibili con le esigenze operative, di innovazione e di sostenibilità della rete”.

L’accordo amplia anche il portafoglio di attività strategiche sulle quali Areti e Rse potranno lavorare in maniera sinergica sia a livello nazionale che internazionale. Questa collaborazione, infatti, si inserisce nell’ambito dell’iniziativa globale Mission Innovation che vede l’Italia, e in particolare Rse e Areti, a supporto del Ministero per la Transizione Ecologica nella definizione e l’attuazione di progetti legati alle attività di ricerca e innovazione della “Green Powered Future Mission” a guida di Italia, Cina e Regno Unito.

L’intesa interviene nel quadro di un piano di interventi che Areti ha espressamente dedicato alla Capitale, nel solco degli obiettivi della transizione ecologica. “Stiamo investendo su questo tema importanti risorse sia economiche che umane, tanto da rappresentare ormai un riferimento a livello europeo su questo tema – ha aggiunto Massimo Bonato – La collaborazione con RSE ci consentirà di accelerare l’ottenimento dei risultati attesi a beneficio dei cittadini romani e del sistema elettrico nazionale”.

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli