Roma, al via il Festival del cinema di Trastevere

La manifestazione, che inizierà il 16 giugno, si aprirà con un omaggio a Monica Vitti

Torna, a Roma, in una veste totalmente rinnovata, il Festival internazionale del cinema e della cultura, organizzato dall’associazione Amici di Trastevere con il patrocinio dei ministeri della Cultura e degli Esteri, oltre che di altri autorevoli enti pubblici e privati.

La manifestazione, giunta alla ventottesima edizione, aprirà i battenti il 16 giugno per terminare il 3 settembre. L’ampio calendario delle iniziative, che con ottanta giorni di programmazione copre dunque tutta l’estate, offre al pubblico diverse possibilità: sono infatti previste proiezioni all’aperto, una mostra inedita, eventi speciali ed incontri con ospiti illustri italiani e stranieri. Non mancheranno dunque, pur essendo l’attenzione concentrata sulla settima arte, momenti dedicati a musica, letteratura, fotografia e mondo digitale.

Ad inaugurare l’evento, in apertura, un omaggio ad una grande attrice italiana scomparsa lo scorso 2 febbraio: Monica Vitti. Verrà infatti proiettato, all’Isola Tiberina, Il dramma della gelosia: un film che ricorderà, oltre alla bionda protagonista, anche a Ettore Scola, che fu presente alla manifestazione in una delle sue ultime apparizioni in pubblico.

Particolarmente significativo, anche nell’ottica di promozione delle tradizioni locali, la partnership che gli organizzatori del Festival hanno stretto con Into’Sud che – come spiega la nota pubblicata sul sito internet della manifestazione – è una piattaforma di marketing territoriale e turismo enogastronomico volto a promuovere le eccellenze delle regioni del Centro e Sud della Penisola “in un’ottica sostenibile, responsabile e di supporto alle realtà locali dei territori coinvolti”.

L’Isola del Cinema dunque si fa anche portavoce dell’eccellenza del “made in Italy” nell’ottica di unire con il filo rosso della cultura intesa in senso ampio, il mondo dell’arte e dello spettacolo con quello della enogastronomia. Il tutto con un occhio particolarmente attento alla sostenibilità, che sarà al centro di approfondimenti che, in una serie di eventi ad hoc, coinvolgeranno alcuni dei principali protagonisti del mondo green.

La manifestazione, che inizierà il 16 giugno, si aprirà con un omaggio a Monica Vitti

Torna, a Roma, in una veste totalmente rinnovata, il Festival internazionale del cinema e della cultura, organizzato dall’associazione Amici di Trastevere con il patrocinio dei ministeri della Cultura e degli Esteri, oltre che di altri autorevoli enti pubblici e privati.

La manifestazione, giunta alla ventottesima edizione, aprirà i battenti il 16 giugno per terminare il 3 settembre. L’ampio calendario delle iniziative, che con ottanta giorni di programmazione copre dunque tutta l’estate, offre al pubblico diverse possibilità: sono infatti previste proiezioni all’aperto, una mostra inedita, eventi speciali ed incontri con ospiti illustri italiani e stranieri. Non mancheranno dunque, pur essendo l’attenzione concentrata sulla settima arte, momenti dedicati a musica, letteratura, fotografia e mondo digitale.

Ad inaugurare l’evento, in apertura, un omaggio ad una grande attrice italiana scomparsa lo scorso 2 febbraio: Monica Vitti. Verrà infatti proiettato, all’Isola Tiberina, Il dramma della gelosia: un film che ricorderà, oltre alla bionda protagonista, anche a Ettore Scola, che fu presente alla manifestazione in una delle sue ultime apparizioni in pubblico.

Particolarmente significativo, anche nell’ottica di promozione delle tradizioni locali, la partnership che gli organizzatori del Festival hanno stretto con Into’Sud che – come spiega la nota pubblicata sul sito internet della manifestazione – è una piattaforma di marketing territoriale e turismo enogastronomico volto a promuovere le eccellenze delle regioni del Centro e Sud della Penisola “in un’ottica sostenibile, responsabile e di supporto alle realtà locali dei territori coinvolti”.

L’Isola del Cinema dunque si fa anche portavoce dell’eccellenza del “made in Italy” nell’ottica di unire con il filo rosso della cultura intesa in senso ampio, il mondo dell’arte e dello spettacolo con quello della enogastronomia. Il tutto con un occhio particolarmente attento alla sostenibilità, che sarà al centro di approfondimenti che, in una serie di eventi ad hoc, coinvolgeranno alcuni dei principali protagonisti del mondo green.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli