Roma, incendio nella notte: distrutto un capannone di materiali cinematografici

I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, sono riusciti a spegnere le fiamme dopo diverse ore. Il fumo è visibile anche a grande distanza

È scoppiato, nella notte tra lunedì 6 e martedì 7 giugno, un vasto incendio che ha praticamente distrutto un capannone del Centro Servizi Cine Tv situato sulla via Tiburtina a Roma, nella zona compresa tra Rebibbia e San Basilio. Gli uomini della locale stazione dei Vigili del Fuoco sono intervenuti sul posto poco dopo le 3 e, con l’aiuto di due autobotti ed altri mezzi analoghi, hanno impiegato diverse ore per estinguere il rogo.

Per fortuna, complice anche l’orario, non ci sono stati feriti né intossicarti, ma la struttura, avvolta dalle fiamme, è stata gravemente danneggiata.

Il fumo, visibile anche a grande distanza, si è diffuso non solo nell’area in cui si trovava il deposito e l’odore assai acre è stato percepito in gran parte dei quadranti Est e Sud Est della Capitale, i cui residenti hanno da più parti segnalato la cosa sui gruppi social di quartiere.

Le fiamme, come detto, hanno quasi raso al suolo il capannone di circa 300 metri quadrati. All’interno – da qui l’origine della puzza di gomma e plastica bruciata – materiali cinematografici vari, macchinari ed attrezzature per cinema e tv, pellicole e bobine, che sono inevitabilmente stati ridotti in cenere.

Ancora ignote le cause dell’incendio, anche se i primi rilievi effettuati sembra lascino pensare che le fiamme siano divampate per cause accidentali. Le indagini, di competenza del commissariato di San Basilio e del Prenestino, sono comunque in corso: nella notte è stato ascoltato anche il proprietario dell’attività industriale, presente sul posto.

I vigili del fuoco, intervenuti sul posto, sono riusciti a spegnere le fiamme dopo diverse ore. Il fumo è visibile anche a grande distanza

È scoppiato, nella notte tra lunedì 6 e martedì 7 giugno, un vasto incendio che ha praticamente distrutto un capannone del Centro Servizi Cine Tv situato sulla via Tiburtina a Roma, nella zona compresa tra Rebibbia e San Basilio. Gli uomini della locale stazione dei Vigili del Fuoco sono intervenuti sul posto poco dopo le 3 e, con l’aiuto di due autobotti ed altri mezzi analoghi, hanno impiegato diverse ore per estinguere il rogo.

Per fortuna, complice anche l’orario, non ci sono stati feriti né intossicarti, ma la struttura, avvolta dalle fiamme, è stata gravemente danneggiata.

Il fumo, visibile anche a grande distanza, si è diffuso non solo nell’area in cui si trovava il deposito e l’odore assai acre è stato percepito in gran parte dei quadranti Est e Sud Est della Capitale, i cui residenti hanno da più parti segnalato la cosa sui gruppi social di quartiere.

Le fiamme, come detto, hanno quasi raso al suolo il capannone di circa 300 metri quadrati. All’interno – da qui l’origine della puzza di gomma e plastica bruciata – materiali cinematografici vari, macchinari ed attrezzature per cinema e tv, pellicole e bobine, che sono inevitabilmente stati ridotti in cenere.

Ancora ignote le cause dell’incendio, anche se i primi rilievi effettuati sembra lascino pensare che le fiamme siano divampate per cause accidentali. Le indagini, di competenza del commissariato di San Basilio e del Prenestino, sono comunque in corso: nella notte è stato ascoltato anche il proprietario dell’attività industriale, presente sul posto.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli