Rosa : grande unità da parte dell’Ue

Il numero uno dell'Associazione Italiana Banche Estere, Guido Rosa, ha quest’oggi affermato: "L'Unione
Europea ha dimostrato una grande unità di risposta alle sfide dettate dalla pandemia prima e dalla guerra
in Europa poi. Tale esperienza dovrebbe ora tradursi in un progetto di mercato unico bancario, unico non
solo dal punto di vista della vigilanza o della risoluzione delle banche più rilevanti, ma anche da un punto
di vista di protezione dei depositi e di norme fiscali comuni. Questo favorirebbe le operazioni di
aggregazione transfrontaliere consentendo la creazione di campioni in grado di competere a livello
internazionale con i colossi statunitensi ed asiatici. L'evoluzione del contesto economico e finanziario ha
un impatto anche sul sistema bancario, che comunque si trova in una condizione decisamente migliore
rispetto al 2008. La normalizzazione dei tassi ha certamente il vantaggio di aumentare i margini di
interesse e incrementare la redditività degli istituti. Dall'altra parte, il conseguente peggioramento
generale dell'economia potrebbe portare ad una maggiore difficoltà di pagamento di alcuni debitori oltre
al fatto che il rialzo dei tassi causerebbe effetti negativi sulle valutazioni dei titoli a reddito fisso detenuti
dalle banche. L'effetto combinato dei due fenomeni dovrebbe comunque essere positivo, soprattutto in
caso di moderato rallentamento dell'economia”.

Il numero uno dell'Associazione Italiana Banche Estere, Guido Rosa, ha quest’oggi affermato: "L'Unione
Europea ha dimostrato una grande unità di risposta alle sfide dettate dalla pandemia prima e dalla guerra
in Europa poi. Tale esperienza dovrebbe ora tradursi in un progetto di mercato unico bancario, unico non
solo dal punto di vista della vigilanza o della risoluzione delle banche più rilevanti, ma anche da un punto
di vista di protezione dei depositi e di norme fiscali comuni. Questo favorirebbe le operazioni di
aggregazione transfrontaliere consentendo la creazione di campioni in grado di competere a livello
internazionale con i colossi statunitensi ed asiatici. L'evoluzione del contesto economico e finanziario ha
un impatto anche sul sistema bancario, che comunque si trova in una condizione decisamente migliore
rispetto al 2008. La normalizzazione dei tassi ha certamente il vantaggio di aumentare i margini di
interesse e incrementare la redditività degli istituti. Dall'altra parte, il conseguente peggioramento
generale dell'economia potrebbe portare ad una maggiore difficoltà di pagamento di alcuni debitori oltre
al fatto che il rialzo dei tassi causerebbe effetti negativi sulle valutazioni dei titoli a reddito fisso detenuti
dalle banche. L'effetto combinato dei due fenomeni dovrebbe comunque essere positivo, soprattutto in
caso di moderato rallentamento dell'economia”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli