SACE, 90 miliardi alle imprese in 2 anni

Novanta miliardi di euro dalla SACE alle imprese italiane in 2 anni, dallo scoppio dell’emergenza sanitaria per il Covid a oggi. Un impegno che si è tradotto in un impatto economico sociale di oltre 1 milione di posti di lavoro sostenuti, 215 miliardi di euro sul valore della produzione e 80 miliardi di euro sul valore aggiunto.
Le risorse mobilitate tra il 2020 e il 2021 sono superiori a quelle del periodo pre-pandemico, dicono i dati elaborati dall’Ufficio Studi di SACE. L’ad Pierfrancesco Latini vuole sottolineare che “Questo è avvenuto nel solco della vocazione iniziale di supporto all’export e all’internazionalizzazione”.

Nell’ultimo biennio, le attività di export e internazionalizzazione, operatività storica e tradizionale
di SACE sono state consolidate grazie al rafforzamento delle sinergie con il mondo associativo, il
sistema finanziario e le altre istituzioni. Tutto questo si è concretizzato in circa 52 miliardi di euro di risorse mobilitate a sostegno delle attività delle imprese italiane sui mercati esteri, con soluzioni assicurativo-finanziarie e un supporto per le pmi indirizzate all’export.
Nel 2021, 23mila le aziende che hanno scelto SACE per crescere sui mercati esteri, il 90% delle quali pmi. Una focalizzazione verso questo segmento che si è riflesso sul portafoglio operazioni, diversificato in termini di controparti e settori.

E all’operatività tradizionale sull’export e sull’internazionalizzazione si sono aggiunti nel 2020 nuovi mandati per un ampliamento dell’operatività anche sul mercato domestico. Con Garanzia Italia, lo strumento emergenziale dedicato al supporto della liquidità delle imprese danneggiate dal Covid-19, SACE ha mobilitato risorse per oltre 32 miliardi di euro. Nell’ambito del Green New Deal e a sostegno della transizione energetica del Paese, invece, mobilitati 3 miliardi di euro
attraverso le Garanzie Green a supporto di progetti di economia circolare, mobilità sostenibile,
riconversione di processi industriali ed efficientamento energetico.

Novanta miliardi di euro dalla SACE alle imprese italiane in 2 anni, dallo scoppio dell’emergenza sanitaria per il Covid a oggi. Un impegno che si è tradotto in un impatto economico sociale di oltre 1 milione di posti di lavoro sostenuti, 215 miliardi di euro sul valore della produzione e 80 miliardi di euro sul valore aggiunto.
Le risorse mobilitate tra il 2020 e il 2021 sono superiori a quelle del periodo pre-pandemico, dicono i dati elaborati dall’Ufficio Studi di SACE. L’ad Pierfrancesco Latini vuole sottolineare che “Questo è avvenuto nel solco della vocazione iniziale di supporto all’export e all’internazionalizzazione”.

Nell’ultimo biennio, le attività di export e internazionalizzazione, operatività storica e tradizionale
di SACE sono state consolidate grazie al rafforzamento delle sinergie con il mondo associativo, il
sistema finanziario e le altre istituzioni. Tutto questo si è concretizzato in circa 52 miliardi di euro di risorse mobilitate a sostegno delle attività delle imprese italiane sui mercati esteri, con soluzioni assicurativo-finanziarie e un supporto per le pmi indirizzate all’export.
Nel 2021, 23mila le aziende che hanno scelto SACE per crescere sui mercati esteri, il 90% delle quali pmi. Una focalizzazione verso questo segmento che si è riflesso sul portafoglio operazioni, diversificato in termini di controparti e settori.

E all’operatività tradizionale sull’export e sull’internazionalizzazione si sono aggiunti nel 2020 nuovi mandati per un ampliamento dell’operatività anche sul mercato domestico. Con Garanzia Italia, lo strumento emergenziale dedicato al supporto della liquidità delle imprese danneggiate dal Covid-19, SACE ha mobilitato risorse per oltre 32 miliardi di euro. Nell’ambito del Green New Deal e a sostegno della transizione energetica del Paese, invece, mobilitati 3 miliardi di euro
attraverso le Garanzie Green a supporto di progetti di economia circolare, mobilità sostenibile,
riconversione di processi industriali ed efficientamento energetico.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli