SALARIO MINIMO, CATALFO (M5S): NECESSARIO PIÙ CORAGGIO DELLA POLITICA

“Salari da 6 o 7 euro lordi l’ora non permettono a un lavoratore di vivere una vita dignitosa, costruire un progetto di vita, pensare di fare figli. Si viola un principio costituzionale. La politica e, aggiungo, le parti sociali, devono avere il coraggio di sedersi e porre rimedio a questa grave situazione. La nostra proposta è sul tavolo”. Affermazioni arrivate quest’oggi da Nunzia Catalfo, senatrice del Movimento 5 Stelle ed ex ministro del Lavoro, al convegno “Lavoro povero e salario minimo”, presso la Corte di Cassazione.

La senatrice ha aggiunto: “Il disegno di legge a mia firma individua dei criteri precisi per definire quali sono i contratti leader ed eliminare quelli `pirata`. A ciò aggiunge un`altra previsione: la fissazione di una soglia di dignità, che il mio testo individua in 9 euro lordi, che interviene laddove il minimo salariale di un contratto collettivo è troppo basso”. “Non è certamente un buon punto di partenza il fatto che in commissione Lavoro al Senato siano stati presentati, da alcune forze politiche, emendamenti per sopprimere il riferimento alla soglia. L`approvazione di una legge sul salario minimo garantirebbe un vantaggio alle famiglie, ancor di più in un momento in cui l`inflazione e i prezzi di luce e gas sono in aumento. Non lasciamoci sfuggire questa importante occasione”.

“Salari da 6 o 7 euro lordi l’ora non permettono a un lavoratore di vivere una vita dignitosa, costruire un progetto di vita, pensare di fare figli. Si viola un principio costituzionale. La politica e, aggiungo, le parti sociali, devono avere il coraggio di sedersi e porre rimedio a questa grave situazione. La nostra proposta è sul tavolo”. Affermazioni arrivate quest’oggi da Nunzia Catalfo, senatrice del Movimento 5 Stelle ed ex ministro del Lavoro, al convegno “Lavoro povero e salario minimo”, presso la Corte di Cassazione.

La senatrice ha aggiunto: “Il disegno di legge a mia firma individua dei criteri precisi per definire quali sono i contratti leader ed eliminare quelli `pirata`. A ciò aggiunge un`altra previsione: la fissazione di una soglia di dignità, che il mio testo individua in 9 euro lordi, che interviene laddove il minimo salariale di un contratto collettivo è troppo basso”. “Non è certamente un buon punto di partenza il fatto che in commissione Lavoro al Senato siano stati presentati, da alcune forze politiche, emendamenti per sopprimere il riferimento alla soglia. L`approvazione di una legge sul salario minimo garantirebbe un vantaggio alle famiglie, ancor di più in un momento in cui l`inflazione e i prezzi di luce e gas sono in aumento. Non lasciamoci sfuggire questa importante occasione”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga