Se il Ponte sullo Stretto lo paga l’Ue. Salvini flirta con von der Leyen

Il ministro alle Infrastrutture del governo Meloni, Matteo Salvini, viaggia spedito per la creazione del Ponte sullo Stretto. Un’opera colossale di cui se ne parla da oltre 20 anni e che per il governo Meloni è una priorità. Fonti vicini allo stesso Salvini garantiscono che la Commissione Ue sarebbe “onorata” di aiutare concretamente l’Italia nell’avvio del Ponte sullo Stretto, a patto siano formalizzati un solido piano finanziario e un progetto definitivo. Una cena cordiale tra il leader della Lega e la commissaria Ue per i Trasporti, Adina Valean, prima del Consiglio dei ministri dei Trasporti Ue avvenuta in questi giorni per fare il punto su uno dei temi caldi del ministero romano. Salvini e Valean si erano già parlati a fine ottobre, pochi giorni dopo il giuramento del governo. In un clima estremamente cordiale, Salvini ha ribadito l’importanza di costruire percorsi condividisi per ridare slancio alle politiche di trasporto Ue, rinnovando la determinazione del governo italiano a concretizzare i tanti progetti infrastrutturali di interesse europeo. La volontà politica è quella quindi di accelerare sul progetto che collegherebbe la Sicilia con il continente via ferro e su strada. “L’obiettivo è, se tutto va come mi auguro e come l’Italia si augura, è partire con i lavori – ha affermato Salvini – entro due anni, unire Palermo a Berlino e ad Amsterdam è qualcosa di rilevante. Spero che non ci siano i professionisti del no, in perenne attività per bloccare queste grandi opere”, conclude. Il ministro ha poi annunciato di avere chiesto altri finanziamenti per la Tav Torin-Lione e il tunnel di base del Brennero. Nel frattempo dalla Sicilia arrivano applausi e lodi per il lavoro che sta svolgendo il leader della Lega. “Congratulazioni al ministro Salvini per l’appoggio concreto ottenuto dal commissario europeo ai Trasporti, Adina Valean, alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. È un traguardo da noi tanto ambito, indispensabile per conferire finalmente alla Sicilia il ruolo che merita, quello di regione europea moderna al centro del Mediterraneo”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani.

Il ministro alle Infrastrutture del governo Meloni, Matteo Salvini, viaggia spedito per la creazione del Ponte sullo Stretto. Un’opera colossale di cui se ne parla da oltre 20 anni e che per il governo Meloni è una priorità. Fonti vicini allo stesso Salvini garantiscono che la Commissione Ue sarebbe “onorata” di aiutare concretamente l’Italia nell’avvio del Ponte sullo Stretto, a patto siano formalizzati un solido piano finanziario e un progetto definitivo. Una cena cordiale tra il leader della Lega e la commissaria Ue per i Trasporti, Adina Valean, prima del Consiglio dei ministri dei Trasporti Ue avvenuta in questi giorni per fare il punto su uno dei temi caldi del ministero romano. Salvini e Valean si erano già parlati a fine ottobre, pochi giorni dopo il giuramento del governo. In un clima estremamente cordiale, Salvini ha ribadito l’importanza di costruire percorsi condividisi per ridare slancio alle politiche di trasporto Ue, rinnovando la determinazione del governo italiano a concretizzare i tanti progetti infrastrutturali di interesse europeo. La volontà politica è quella quindi di accelerare sul progetto che collegherebbe la Sicilia con il continente via ferro e su strada. “L’obiettivo è, se tutto va come mi auguro e come l’Italia si augura, è partire con i lavori – ha affermato Salvini – entro due anni, unire Palermo a Berlino e ad Amsterdam è qualcosa di rilevante. Spero che non ci siano i professionisti del no, in perenne attività per bloccare queste grandi opere”, conclude. Il ministro ha poi annunciato di avere chiesto altri finanziamenti per la Tav Torin-Lione e il tunnel di base del Brennero. Nel frattempo dalla Sicilia arrivano applausi e lodi per il lavoro che sta svolgendo il leader della Lega. “Congratulazioni al ministro Salvini per l’appoggio concreto ottenuto dal commissario europeo ai Trasporti, Adina Valean, alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina. È un traguardo da noi tanto ambito, indispensabile per conferire finalmente alla Sicilia il ruolo che merita, quello di regione europea moderna al centro del Mediterraneo”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli