Si torna a viaggiare: la prima vacanza post-covid dovrà essere indimenticabile

Turismo – L’agenzia Vamonos Viaggi  ha voluto indagare su quale fosse lo stato d’animo dei vacanzieri che si apprestano a partire

Il primo viaggio? Deve essere indimenticabile. Così risponde l’88% degli italiani intervistati da Vamonos Viaggi (www.vamonos-vacanze.it), il tour operator specializzato in viaggi di gruppo all’insegna dell’avventura e delle esperienze autentiche, lontane dai vecchi stereotipi dei viaggi. «Ricorderemo queste vacanze come il simbolo della rinascita. Ecco perché non voglio porre limiti, soprattutto alla fantasia» spiega Giovanni, 38 anni, libero professionista. È uno dei 2 mila intervistati da Vamonos Viaggi che ha voluto indagare quale fosse lo stato d’animo dei vacanzieri che si apprestano a partire. «Giovanni ben rappresenta quello che è il sentore generale: un po’ per tutti la speranza è che la prossima vacanza – la prima, dopo tanto tempo – possa essere un’esperienza indimenticabile» commenta Emma Lenoci, fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi. Il budget medio pro-capite quest’anno – secondo il sondaggio – sarà di 1.250 euro e gli italiani torneranno non solo a viaggiare ma anche ad uscire dai confini nazionali. Su Vamonos-Vacanze.it, infatti, molte sono le prenotazioni per mete all’estero come Mikonos e Formentera, oltre alle classiche destinazioni in Italia, con Sardegna, Sicilia e Puglia sul podio delle preferenze. Chi torna a desiderare mete estere per questa estate sceglie soprattutto la Grecia che registra il 5% delle preferenze del campione), ma anche Spagna (4%) e Francia (3%). «Senza dimenticare le vacanze in barca a vela per le quali abbiamo registrato un imprevisto boom di richieste» sottolinea la fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi. «Ma è l’Italia – prosegue Emma Lenoci – a restare la metà più gettonata in assoluto (74%). Così come è l’automobile (68%) il mezzo di trasporto preferito dell’estate 2021, seguita da aereo (15%) etreno (12%)». Per fare una graduatoria del tipo di destinazione, Vamonos Viaggi ha potuto inoltre registrare una diffusa preferenza per località marine (74%) e montagna (22%). Poi, ancora, è risultato che per il 75% del campione è «importante», «molto importante» o«irrinunciabile» partire per le vacanze protetti da un’assicurazione con copertura Covid-19. Tant’è che uno dei punti di forza di Vamonos Viaggi è proprio il suo rigoroso protocollo Covid-19 perché la vacanza deve essere soprattutto una vacanza sicura. D’altra parte la pandemia da Covid-19 ha lasciato in eredità un fortissimo impatto sulle abitudini di viaggio, come hanno potuto dimostrare i dati evidenziati dalla ricerca. «Insomma italiani più attenti che mai alla salute e disposti a pagare un sovrapprezzo per poter beneficiare di servizi aggiuntivi nell’assicurazione viaggio e godersi la vacanza in maggiore tranquillità» sintetizza Emma Lenoci. Il sondaggio di Vamonos Viaggi rivela infine che per l’82% degli italiani viaggiare è ora più importante di prima e che il 63% preferirebbe un viaggioad una promozione sul lavoro. Un tema spinoso, in un anno che ha visto scomparire aziende e posti di lavoro. Eppure la Banca d’Italia ha messo in evidenza che con la pandemia sono triplicati i risparmi medi delle famiglie. «Ed ecco allora che si spiega un altro fenomeno che abbiamo rilevato: quello del “revenge spending”, spendere di più come forma di reazione al periodo del “freezing”, il blocco psicologico ma anche normativo di fronte alla gravità dei contagi» sostiene Emma Lenoci. E… 

Vamonos Viaggi ti mette le ali. Il trend, infatti, è quello dell’«upgrading»: sempre più viaggiatori chiedono maggiori comfort e servizi, pronti a pagare il necessario. Se durante il lockdown avevamo abbassato le ali, ora ci si spinge oltre per tor-nare a volare e ritornare alla positività della vita, alla fiducia. «Ma attenzione che il tanto atteso viaggio non è necessariamente costoso: il vero plusvalore è dato dall’autenticità dell’esperienza, dal grado di personalizzazione e dalla scelta delle mete che devono essere nel contempo sorprendenti e sicure»conclude la fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi.

 

Turismo – L’agenzia Vamonos Viaggi  ha voluto indagare su quale fosse lo stato d’animo dei vacanzieri che si apprestano a partire

Il primo viaggio? Deve essere indimenticabile. Così risponde l’88% degli italiani intervistati da Vamonos Viaggi (www.vamonos-vacanze.it), il tour operator specializzato in viaggi di gruppo all’insegna dell’avventura e delle esperienze autentiche, lontane dai vecchi stereotipi dei viaggi. «Ricorderemo queste vacanze come il simbolo della rinascita. Ecco perché non voglio porre limiti, soprattutto alla fantasia» spiega Giovanni, 38 anni, libero professionista. È uno dei 2 mila intervistati da Vamonos Viaggi che ha voluto indagare quale fosse lo stato d’animo dei vacanzieri che si apprestano a partire. «Giovanni ben rappresenta quello che è il sentore generale: un po’ per tutti la speranza è che la prossima vacanza – la prima, dopo tanto tempo – possa essere un’esperienza indimenticabile» commenta Emma Lenoci, fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi. Il budget medio pro-capite quest’anno – secondo il sondaggio – sarà di 1.250 euro e gli italiani torneranno non solo a viaggiare ma anche ad uscire dai confini nazionali. Su Vamonos-Vacanze.it, infatti, molte sono le prenotazioni per mete all’estero come Mikonos e Formentera, oltre alle classiche destinazioni in Italia, con Sardegna, Sicilia e Puglia sul podio delle preferenze. Chi torna a desiderare mete estere per questa estate sceglie soprattutto la Grecia che registra il 5% delle preferenze del campione), ma anche Spagna (4%) e Francia (3%). «Senza dimenticare le vacanze in barca a vela per le quali abbiamo registrato un imprevisto boom di richieste» sottolinea la fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi. «Ma è l’Italia – prosegue Emma Lenoci – a restare la metà più gettonata in assoluto (74%). Così come è l’automobile (68%) il mezzo di trasporto preferito dell’estate 2021, seguita da aereo (15%) etreno (12%)». Per fare una graduatoria del tipo di destinazione, Vamonos Viaggi ha potuto inoltre registrare una diffusa preferenza per località marine (74%) e montagna (22%). Poi, ancora, è risultato che per il 75% del campione è «importante», «molto importante» o«irrinunciabile» partire per le vacanze protetti da un’assicurazione con copertura Covid-19. Tant’è che uno dei punti di forza di Vamonos Viaggi è proprio il suo rigoroso protocollo Covid-19 perché la vacanza deve essere soprattutto una vacanza sicura. D’altra parte la pandemia da Covid-19 ha lasciato in eredità un fortissimo impatto sulle abitudini di viaggio, come hanno potuto dimostrare i dati evidenziati dalla ricerca. «Insomma italiani più attenti che mai alla salute e disposti a pagare un sovrapprezzo per poter beneficiare di servizi aggiuntivi nell’assicurazione viaggio e godersi la vacanza in maggiore tranquillità» sintetizza Emma Lenoci. Il sondaggio di Vamonos Viaggi rivela infine che per l’82% degli italiani viaggiare è ora più importante di prima e che il 63% preferirebbe un viaggioad una promozione sul lavoro. Un tema spinoso, in un anno che ha visto scomparire aziende e posti di lavoro. Eppure la Banca d’Italia ha messo in evidenza che con la pandemia sono triplicati i risparmi medi delle famiglie. «Ed ecco allora che si spiega un altro fenomeno che abbiamo rilevato: quello del “revenge spending”, spendere di più come forma di reazione al periodo del “freezing”, il blocco psicologico ma anche normativo di fronte alla gravità dei contagi» sostiene Emma Lenoci. E… 

Vamonos Viaggi ti mette le ali. Il trend, infatti, è quello dell’«upgrading»: sempre più viaggiatori chiedono maggiori comfort e servizi, pronti a pagare il necessario. Se durante il lockdown avevamo abbassato le ali, ora ci si spinge oltre per tor-nare a volare e ritornare alla positività della vita, alla fiducia. «Ma attenzione che il tanto atteso viaggio non è necessariamente costoso: il vero plusvalore è dato dall’autenticità dell’esperienza, dal grado di personalizzazione e dalla scelta delle mete che devono essere nel contempo sorprendenti e sicure»conclude la fondatrice e ceo di Vamonos Viaggi.

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli