Stars&like

Mancano poche settimane al fischio d’inizio del Mondiale di calcio (in programma in Qatar dal prossimo 20 novembre al 18 dicembre) e i riflettori dei media stanno iniziando ad accendersi sui più importanti top player del pianeta. Nell’ultima settimana, ad esempio, la conquista del “Pallone d’Oro 2022”, da parte di Karim Benzema (34enne attaccante francese del Real Madrid), ha attirato l’attenzione del grande pubblico, aprendo di fatto una riflessione, tra addetti ai lavori, sull’impatto mediatico, oltre che economico, di questo premio. Benzema guadagna, in termini di ingaggio, 8,7 milioni di euro netti a stagione. Considerando anche le attività promo-pubblicitarie il campione transalpino è una industria da oltre 16 milioni di euro su base annua. A livello di sponsorizzazioni, gestite con i genitori attraverso la società “BoB” (l’acronimo sta per “Best of Benzema”), si è legatoa diversi marchi internazionali: Hyundai (auto), Le Crédit Lyonnais (banca) e a SFR(telecomunicazioni). Significativa la presenza sui social media: su Instagram ha catturato l’interesse di oltre 59,1 milioni di follower, 17,8 milioni su Twitter e 34,6 milioni su Facebook. In totale può contare su 111,5 milioni di “seguaci” nel mondo.

CR7 “re” dei social

Con 724 milioni di fan certificati sui principali social media, Cristiano Ronaldo, centravanti del Manchester United, è il calciatore più popolare al mondo. Nessun altro campione può vantare numeri così impressionanti e la sua crescita, a livello digitale, è costante di anno in anno (solo su Instagram ha fatto registrare un +47%). Nielsen, di recente, attraverso la piattaforma di proprietà “Influence Scope”, ha misurato l’impatto dei top player su Instagram in attesa del mondiale in terra araba. Sono stati presi in considerazione una serie di indicatori chiave relativi alle prestazioni e alle sponsorizzazioni di alcuni importanti campioni: il numero di follower sui social, il coinvolgimento nei contenuti, la crescita della fan base e il valore mediatico equivalente dei contenuti commerciali pubblicati da ciascun giocatore. Al momento dell’ultima rivelazione (pubblicata nel mese di agosto 2022), CR7 si presentava con una fan base di 472 milioni di seguaci. Subito dietro l’intero attacco del Paris Saint-Germain: Leo Messi (359 milioni), Neymar (177 milioni) e Kylian Mbappé (73 milioni). In 5a posizione il giovane Vinicius Junior, 22enne centravanti brasiliano del Real Madrid, che, al momento, può vantare solo 22 milioni di follower su Instagram, ma con una crescita record: +89,6% nell’ultimo mese.
“Grazie alla presenza di decine di atleti tra i più noti al mondo per la contesa del premio calcistico più importante, la Coppa del Mondo catturerà l’attenzione di quasi un miliardo di spettatori. Questo evento può offrire ai marchi commerciali opportunità uniche di collaborazione con i calciatori giusti, per coinvolgere efficacemente il loro pubblico di riferimento. L’indagine ha valutato tutti gli aspetti che generano influenza per un particolare giocatore, in modo che i brand possano ottenere un tasso di rendimento adeguato per il giusto investimento” ha spiegato Marco Nazzari, dirigente internazionale di Nielsen Sport (società specializzata nell’analisi del mercato dello sport business).

La “Pulce” in campo con 13 partner

Leo Messi, stella del PSG, dopo una carriera vissuta nella prima squadra del Barcellona, è, da diversi anni, un’industria di successo così come il “rivale” Cristiano Ronaldo. Nell’ultimo report di Forbes (magazine economico americano) è al 1° posto tra i calciatori più pagati, davanti proprio a CR7 (circa 117 milioni di euro). Si stimano guadagni per 153 milioni (di cui 78 provenienti da contratti pubblicitari e sponsorizzazioni). Attualmente è legato a 13 aziende partner: Adidas (sponsor tecnico), Pepsi, Lay’s (marchio di snack della PepsiCo), Gatorade, Budweiser, Mastercard, eFootball, Hard Rock International, Cirque du Soleil, Orcam, Socios.com (un contratto, su base annua, stimato in 20 milioni di euro), Mengniu Dairy e Ooredoo. Per quest’ultimo marchio di telecomunicazioni (con sedi a Doha e Kuwait City) ha posato più volte per i fotografi mostrando il retro della maglia personalizzato proprio dalla realtà qatariota.

Mancano poche settimane al fischio d’inizio del Mondiale di calcio (in programma in Qatar dal prossimo 20 novembre al 18 dicembre) e i riflettori dei media stanno iniziando ad accendersi sui più importanti top player del pianeta. Nell’ultima settimana, ad esempio, la conquista del “Pallone d’Oro 2022”, da parte di Karim Benzema (34enne attaccante francese del Real Madrid), ha attirato l’attenzione del grande pubblico, aprendo di fatto una riflessione, tra addetti ai lavori, sull’impatto mediatico, oltre che economico, di questo premio. Benzema guadagna, in termini di ingaggio, 8,7 milioni di euro netti a stagione. Considerando anche le attività promo-pubblicitarie il campione transalpino è una industria da oltre 16 milioni di euro su base annua. A livello di sponsorizzazioni, gestite con i genitori attraverso la società “BoB” (l’acronimo sta per “Best of Benzema”), si è legatoa diversi marchi internazionali: Hyundai (auto), Le Crédit Lyonnais (banca) e a SFR(telecomunicazioni). Significativa la presenza sui social media: su Instagram ha catturato l’interesse di oltre 59,1 milioni di follower, 17,8 milioni su Twitter e 34,6 milioni su Facebook. In totale può contare su 111,5 milioni di “seguaci” nel mondo.

CR7 “re” dei social

Con 724 milioni di fan certificati sui principali social media, Cristiano Ronaldo, centravanti del Manchester United, è il calciatore più popolare al mondo. Nessun altro campione può vantare numeri così impressionanti e la sua crescita, a livello digitale, è costante di anno in anno (solo su Instagram ha fatto registrare un +47%). Nielsen, di recente, attraverso la piattaforma di proprietà “Influence Scope”, ha misurato l’impatto dei top player su Instagram in attesa del mondiale in terra araba. Sono stati presi in considerazione una serie di indicatori chiave relativi alle prestazioni e alle sponsorizzazioni di alcuni importanti campioni: il numero di follower sui social, il coinvolgimento nei contenuti, la crescita della fan base e il valore mediatico equivalente dei contenuti commerciali pubblicati da ciascun giocatore. Al momento dell’ultima rivelazione (pubblicata nel mese di agosto 2022), CR7 si presentava con una fan base di 472 milioni di seguaci. Subito dietro l’intero attacco del Paris Saint-Germain: Leo Messi (359 milioni), Neymar (177 milioni) e Kylian Mbappé (73 milioni). In 5a posizione il giovane Vinicius Junior, 22enne centravanti brasiliano del Real Madrid, che, al momento, può vantare solo 22 milioni di follower su Instagram, ma con una crescita record: +89,6% nell’ultimo mese.
“Grazie alla presenza di decine di atleti tra i più noti al mondo per la contesa del premio calcistico più importante, la Coppa del Mondo catturerà l’attenzione di quasi un miliardo di spettatori. Questo evento può offrire ai marchi commerciali opportunità uniche di collaborazione con i calciatori giusti, per coinvolgere efficacemente il loro pubblico di riferimento. L’indagine ha valutato tutti gli aspetti che generano influenza per un particolare giocatore, in modo che i brand possano ottenere un tasso di rendimento adeguato per il giusto investimento” ha spiegato Marco Nazzari, dirigente internazionale di Nielsen Sport (società specializzata nell’analisi del mercato dello sport business).

La “Pulce” in campo con 13 partner

Leo Messi, stella del PSG, dopo una carriera vissuta nella prima squadra del Barcellona, è, da diversi anni, un’industria di successo così come il “rivale” Cristiano Ronaldo. Nell’ultimo report di Forbes (magazine economico americano) è al 1° posto tra i calciatori più pagati, davanti proprio a CR7 (circa 117 milioni di euro). Si stimano guadagni per 153 milioni (di cui 78 provenienti da contratti pubblicitari e sponsorizzazioni). Attualmente è legato a 13 aziende partner: Adidas (sponsor tecnico), Pepsi, Lay’s (marchio di snack della PepsiCo), Gatorade, Budweiser, Mastercard, eFootball, Hard Rock International, Cirque du Soleil, Orcam, Socios.com (un contratto, su base annua, stimato in 20 milioni di euro), Mengniu Dairy e Ooredoo. Per quest’ultimo marchio di telecomunicazioni (con sedi a Doha e Kuwait City) ha posato più volte per i fotografi mostrando il retro della maglia personalizzato proprio dalla realtà qatariota.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli