STELLANTIS, UILM TORINO: MIRAFIORI CUORE DELL’ AUTOMOTIVE IN ITALIA

“Al presidente della Regione e al sindaco abbiamo ribadito la centralità dello stabilimento di Mirafiori, che rappresenta il cuore dell’ automotive in Italia”.
Queste alcune delle dichiarazioni odierne di  Luigi Paone, segretario generale della Uilm Torino, una volta concluso l’incontro con Alberto Cirio e Stefano Lo Russo organizzato in preparazione del tavolo di lunedì prossimo con Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis.

Paone ha poi aggiunto: “Dal nostro punto di vista è prioritaria un’unità di azione tra le istituzioni locali e le organizzazioni sindacali con l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare il grande patrimonio industriale di Torino. Abbiamo rivolto un invito a Comune e Regione affinché mettano in campo tutte le misure utili ad attrarre e supportare nuovi investimenti che consentano di rilanciare il ruolo dell’ automotive torinese.
Rispetto alla presenza di Stellantis nel nostro territorio occorrono garanzie per il futuro degli enti centrali e delle ex meccaniche in vista della crescente elettrificazione della gamma, ma bisognerà anche affrontare il tema delle aree dismesse di Mirafiori, i cui progetti di riqualificazione varati negli ultimi anni hanno prodotto risultati limitati”.

“Al presidente della Regione e al sindaco abbiamo ribadito la centralità dello stabilimento di Mirafiori, che rappresenta il cuore dell’ automotive in Italia”.
Queste alcune delle dichiarazioni odierne di  Luigi Paone, segretario generale della Uilm Torino, una volta concluso l’incontro con Alberto Cirio e Stefano Lo Russo organizzato in preparazione del tavolo di lunedì prossimo con Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis.

Paone ha poi aggiunto: “Dal nostro punto di vista è prioritaria un’unità di azione tra le istituzioni locali e le organizzazioni sindacali con l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare il grande patrimonio industriale di Torino. Abbiamo rivolto un invito a Comune e Regione affinché mettano in campo tutte le misure utili ad attrarre e supportare nuovi investimenti che consentano di rilanciare il ruolo dell’ automotive torinese.
Rispetto alla presenza di Stellantis nel nostro territorio occorrono garanzie per il futuro degli enti centrali e delle ex meccaniche in vista della crescente elettrificazione della gamma, ma bisognerà anche affrontare il tema delle aree dismesse di Mirafiori, i cui progetti di riqualificazione varati negli ultimi anni hanno prodotto risultati limitati”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli