Strage di Kremenchuk, Uk: sbagliato obiettivo

Lo scorso 27 giugno due missili russi hanno colpito il centro commerciale di Kremenchunk, città della regione centrale della Poltava, causando la morte di 20 civili e ferendone almeno altri 50.

La strage, condannata dal mondo occidentale, secondo il ministero della Difesa inglese sarebbe frutto di un errore. L’esercito russo, stando al rapporto quotidiano dell’intelligence britannica, avrebbe infatti voluto colpire la struttura vicina al centro commerciale e non quest’ultimo.

“L’imprecisione degli attacchi a lungo raggio della Russia – affermano i servizi inglesi – ha già causato ingenti vittime tra la popolazione civile, inclusa la stazione ferroviaria di Kramatorsk il 9 aprile 2022. È probabile che i russi siano disposti ad accettare un alto livello di vittime concomitanti quando decidono di colpire un obiettivo”.

(Mariangela Marchioni)

Lo scorso 27 giugno due missili russi hanno colpito il centro commerciale di Kremenchunk, città della regione centrale della Poltava, causando la morte di 20 civili e ferendone almeno altri 50.

La strage, condannata dal mondo occidentale, secondo il ministero della Difesa inglese sarebbe frutto di un errore. L’esercito russo, stando al rapporto quotidiano dell’intelligence britannica, avrebbe infatti voluto colpire la struttura vicina al centro commerciale e non quest’ultimo.

“L’imprecisione degli attacchi a lungo raggio della Russia – affermano i servizi inglesi – ha già causato ingenti vittime tra la popolazione civile, inclusa la stazione ferroviaria di Kramatorsk il 9 aprile 2022. È probabile che i russi siano disposti ad accettare un alto livello di vittime concomitanti quando decidono di colpire un obiettivo”.

(Mariangela Marchioni)

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli