TAJANI(FI): CAMBIARE STATUS ROMA IN COSTITUZIONE

Antonio Tajani ha quest’oggi voluto spiegare con una conferenza stampa l’ intento di Forza Italia, ovvero quello di chiedere a  Pd e M5s di votare la proposta di riforma della Costituzione che istituisce per Roma uno status particolare: “La sinistra non ha mai voluto farlo, anche con la legge attuale si può trasferire poteri dalla regione alla città. Certo, la riforma costituzionale rinforza il sistema di Roma capitale. Ma il primo passo si poteva già fare, lo poteva fare Zingaretti con la Raggià hanno sempre mortificato la città di Roma”.

Lo status di capitale “deve essere messo nero su bianco, anche nella Costituzione. Le altre capitali hanno uno status diverso dalle altre città. Perché non farlo a Roma?”. Ci sono “poteri che Roma deve avere. Chiediamo alla sinistra, al Movimento 5 stelle, di rispondere: noi lanciamo una sfida. Se veramente avete a cuore l’interesse della capitale d’Italia approvate insieme a noi la riforma costituzionale entro la fine della legislatura. C’è quasi un anno di tempo, se si vuole lo si può fare. Altrimenti fate solo promesse, chiacchiere, e questo credo che non faccia onore a chi governa la regione e la città di Roma” ha concluso Tajani.

Antonio Tajani ha quest’oggi voluto spiegare con una conferenza stampa l’ intento di Forza Italia, ovvero quello di chiedere a  Pd e M5s di votare la proposta di riforma della Costituzione che istituisce per Roma uno status particolare: “La sinistra non ha mai voluto farlo, anche con la legge attuale si può trasferire poteri dalla regione alla città. Certo, la riforma costituzionale rinforza il sistema di Roma capitale. Ma il primo passo si poteva già fare, lo poteva fare Zingaretti con la Raggià hanno sempre mortificato la città di Roma”.

Lo status di capitale “deve essere messo nero su bianco, anche nella Costituzione. Le altre capitali hanno uno status diverso dalle altre città. Perché non farlo a Roma?”. Ci sono “poteri che Roma deve avere. Chiediamo alla sinistra, al Movimento 5 stelle, di rispondere: noi lanciamo una sfida. Se veramente avete a cuore l’interesse della capitale d’Italia approvate insieme a noi la riforma costituzionale entro la fine della legislatura. C’è quasi un anno di tempo, se si vuole lo si può fare. Altrimenti fate solo promesse, chiacchiere, e questo credo che non faccia onore a chi governa la regione e la città di Roma” ha concluso Tajani.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga