Tennis, Berrettini: Federer il mio idolo, vede e capisce il tennis come nessun altro

“Federer vede e capisce il tennis come nessun altro. È stato il mio idolo e ha fatto appassionare tantissimi al tennis. Mi ricordo quando ho riscaldato Federer al Foro Italico nel 2015. Mi ricordo che tremavo, tremavo prima del riscaldamento. Lui invece era tranquillissimo. Molto bello l’anno scorso alla Laver Cup a Boston, mentre giocavo mi faceva il pugno incoraggiandomi. E poi dopo la partita ci siamo fermati 10 minuti a parlare del match; ero lì a prendere tutto quello che mi stava dicendo perché vede e capisce il tennis come nessun altro”. Queste le parole con cui Matteo Berrettini in conferenza stampa a Bologna, dove è impegnato con il team azzurro per la Coppa Davis, rende omaggio alla leggenda svizzera.

“Federer vede e capisce il tennis come nessun altro. È stato il mio idolo e ha fatto appassionare tantissimi al tennis. Mi ricordo quando ho riscaldato Federer al Foro Italico nel 2015. Mi ricordo che tremavo, tremavo prima del riscaldamento. Lui invece era tranquillissimo. Molto bello l’anno scorso alla Laver Cup a Boston, mentre giocavo mi faceva il pugno incoraggiandomi. E poi dopo la partita ci siamo fermati 10 minuti a parlare del match; ero lì a prendere tutto quello che mi stava dicendo perché vede e capisce il tennis come nessun altro”. Queste le parole con cui Matteo Berrettini in conferenza stampa a Bologna, dove è impegnato con il team azzurro per la Coppa Davis, rende omaggio alla leggenda svizzera.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli