Terzo Settore, a Salerno dal 16 una tre giorni formazione e incontri

Torna al Sud la formazione per il Terzo Settore. Comunità territoriali protagoniste assolute della formazione di questa annualità del progetto Fqts per formare i quadri del Terzo Settore, intese come complesso reticolo di relazioni tra persone, enti ed istituzioni.
Attraverso un lungo e articolato investimento nella formazione e nella costruzione di processi culturali, fatto di incontri e momenti di ascolto dei bisogni ma soprattutto delle aspirazioni delle persone, il progetto ha finora inteso traghettare le Comunità verso un percorso di sviluppo, cambiamento e consapevolezza, incentrato sulla concreta possibilità di costruire il futuro attraverso la valorizzazione delle relazioni e del capitale sociale.

La formazione di questa annualità di Fqts si è soffermata a lungo anche sul tema dei patti educativi di comunità che rappresentano una strategia fondamentale per l’innovazione del sistema educativo e per dare vita ad un nuovo modello di governance per contrastare povertà educativa minorile, abbandono e dispersione scolastica, mettendo al centro le comunità.

La scuola, infatti, da sola non ha la possibilità di rispondere a tutti i complessi bisogni educativi che si manifestano in tempi, spazi e modi che sono anche al di fuori di quel contesto, e gli enti del Terzo settore si propongono di rappresentare il fattore decisivo per ampliare i servizi educativi per l’infanzia, sviluppare l’interazione tra scuola, mondo del lavoro e comunità territoriale, sostenere il diritto all’apprendimento permanente e contribuire così a contrastare le forme di povertà, a partire da quella educativa, fino ad arrivare a quella economica.

Il modello formativo adottato da Fqts è un modello affermatosi con successo e che si avvale di metodologie e percorsi innovativi. La formazione di questa annualità 2022 si è indirizzata su cinque assi formativi, differenziati in base ad obiettivi (linee formative) e tipologia di destinatari: dal ruolo degli ETS nell’amministrazione condivisa, al rafforzamento delle capacità politiche e di ruolo degli ETS, fino agli enti e reti di Terzo settore nello sviluppo di comunità ed al supporto alle comunità. Un ultimo focus è stato dedicato alla formazione regionale.

Numerosi, gli ospiti e i docenti che saranno presenti questa volta a Salerno e molteplici le tematiche approfondite: si comincia venerdì 16 dicembre alle 17.30 con l’incontro: “Le comunità incontrano gli stakeholder”. Ne discutono Giorgio Righetti, direttore di ACRI; Marco Imperiale, direttore della Fondazione Con il Sud; Alessandro Seminati, direttore CSVnet; Alessandro Lombardi, direttore generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Maurizio Mumolo, direttore del Forum del Terzo Settore.

I lavori proseguono poi sabato 17 con l’Open Space Technology: “la nostra voce Apprendimento permanente e accesso ai diritti” e con la plenaria dedicata all’Apprendimento permanente e accesso ai diritti. Qui, invitati il sindaco della città di Salerno Vincenzo Napoli, il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e la presidente della Fondazione della Comunità Salernitana, Antonia Autuori.

Segue la discussione su “I patti educativi, apprendimento permanente e PNRR” con Marco Rossi Doria, presidente di Con i Bambini; Francesco Profumo, presidente Acri; Chiara Tommasini, presidente CSVnet; Vanessa Pallucchi, portavoce Forum Terzo Settore. Invitati il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone e il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.

Successivamente, nella tarda mattinata, un panel su “I Patti educativi, le buone pratiche” con Riccardo Mazzarella, INAPP, Paolo Di Rienzo, Università di Roma Tre; Emilio Porcaro, RIDAP; Giovanpaolo Gaudino, Forum Terzo Settore Campania e il racconto dell’esperienza della “Edu@action Valley” di Giffoni Valle Piana.

Nel pomeriggio di sabato 17, l’intervista di Stefano Arduini, direttore di Vita a Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud.

Domenica 18 dicembre, la plenaria conclusiva: “FQTS innovazione e sperimentazione, le comunità si incontrano”, un momento di restituzione dei lavori svolti durante l’intera annualità.

L’appuntamento di Salerno è promosso dal Forum nazionale del Terzo Settore e CSVnet, con il sostegno della Fondazione Con il Sud, il  patrocinio del Comune di Salerno e della Regione Campania e la mediapartnership di Vita.

Torna al Sud la formazione per il Terzo Settore. Comunità territoriali protagoniste assolute della formazione di questa annualità del progetto Fqts per formare i quadri del Terzo Settore, intese come complesso reticolo di relazioni tra persone, enti ed istituzioni.
Attraverso un lungo e articolato investimento nella formazione e nella costruzione di processi culturali, fatto di incontri e momenti di ascolto dei bisogni ma soprattutto delle aspirazioni delle persone, il progetto ha finora inteso traghettare le Comunità verso un percorso di sviluppo, cambiamento e consapevolezza, incentrato sulla concreta possibilità di costruire il futuro attraverso la valorizzazione delle relazioni e del capitale sociale.

La formazione di questa annualità di Fqts si è soffermata a lungo anche sul tema dei patti educativi di comunità che rappresentano una strategia fondamentale per l’innovazione del sistema educativo e per dare vita ad un nuovo modello di governance per contrastare povertà educativa minorile, abbandono e dispersione scolastica, mettendo al centro le comunità.

La scuola, infatti, da sola non ha la possibilità di rispondere a tutti i complessi bisogni educativi che si manifestano in tempi, spazi e modi che sono anche al di fuori di quel contesto, e gli enti del Terzo settore si propongono di rappresentare il fattore decisivo per ampliare i servizi educativi per l’infanzia, sviluppare l’interazione tra scuola, mondo del lavoro e comunità territoriale, sostenere il diritto all’apprendimento permanente e contribuire così a contrastare le forme di povertà, a partire da quella educativa, fino ad arrivare a quella economica.

Il modello formativo adottato da Fqts è un modello affermatosi con successo e che si avvale di metodologie e percorsi innovativi. La formazione di questa annualità 2022 si è indirizzata su cinque assi formativi, differenziati in base ad obiettivi (linee formative) e tipologia di destinatari: dal ruolo degli ETS nell’amministrazione condivisa, al rafforzamento delle capacità politiche e di ruolo degli ETS, fino agli enti e reti di Terzo settore nello sviluppo di comunità ed al supporto alle comunità. Un ultimo focus è stato dedicato alla formazione regionale.

Numerosi, gli ospiti e i docenti che saranno presenti questa volta a Salerno e molteplici le tematiche approfondite: si comincia venerdì 16 dicembre alle 17.30 con l’incontro: “Le comunità incontrano gli stakeholder”. Ne discutono Giorgio Righetti, direttore di ACRI; Marco Imperiale, direttore della Fondazione Con il Sud; Alessandro Seminati, direttore CSVnet; Alessandro Lombardi, direttore generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Maurizio Mumolo, direttore del Forum del Terzo Settore.

I lavori proseguono poi sabato 17 con l’Open Space Technology: “la nostra voce Apprendimento permanente e accesso ai diritti” e con la plenaria dedicata all’Apprendimento permanente e accesso ai diritti. Qui, invitati il sindaco della città di Salerno Vincenzo Napoli, il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e la presidente della Fondazione della Comunità Salernitana, Antonia Autuori.

Segue la discussione su “I patti educativi, apprendimento permanente e PNRR” con Marco Rossi Doria, presidente di Con i Bambini; Francesco Profumo, presidente Acri; Chiara Tommasini, presidente CSVnet; Vanessa Pallucchi, portavoce Forum Terzo Settore. Invitati il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Elvira Calderone e il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.

Successivamente, nella tarda mattinata, un panel su “I Patti educativi, le buone pratiche” con Riccardo Mazzarella, INAPP, Paolo Di Rienzo, Università di Roma Tre; Emilio Porcaro, RIDAP; Giovanpaolo Gaudino, Forum Terzo Settore Campania e il racconto dell’esperienza della “Edu@action Valley” di Giffoni Valle Piana.

Nel pomeriggio di sabato 17, l’intervista di Stefano Arduini, direttore di Vita a Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud.

Domenica 18 dicembre, la plenaria conclusiva: “FQTS innovazione e sperimentazione, le comunità si incontrano”, un momento di restituzione dei lavori svolti durante l’intera annualità.

L’appuntamento di Salerno è promosso dal Forum nazionale del Terzo Settore e CSVnet, con il sostegno della Fondazione Con il Sud, il  patrocinio del Comune di Salerno e della Regione Campania e la mediapartnership di Vita.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli