Toscana: istituito nuovo piano regionale per la transizione ecologica

È stato quest’oggi istituito, dopo l’ approvazione in Consiglio regionale della proposta di legge 114 che abroga la precedente legge regionale n.14/2007 congiuntamente a tutti gli strumenti di programmazione precedenti, il nuovo Piano regionale per la transizione ecologica. A tal proposito è intervenuta Monia Monni, assessora regionale all’ambiente, che ha dichiarato: “E’ nato un nuovo e più moderno strumento per la programmazione in materia di sviluppo sostenibile: il Piano regionale per la transizione ecologica. Il PRTE va a sostituire il vecchio Piano ambientale ed energetico regionale aggiornandone gli obiettivi e coinvolgendo direttamente i cittadini e il mondo scientifico. Abbiamo dotato la Toscana di uno strumento strategico che si concentra su sviluppo sostenibile e contrasto ai cambiamenti climatici, sia in termini di riduzione delle emissioni che di adattamento. Oggi questo è più che mai necessario, per dettare una precisa linea di azione ed ottenere risultati su un settore letteralmente vitale per tutti noi e il nostro ecosistema”.

È stato quest’oggi istituito, dopo l’ approvazione in Consiglio regionale della proposta di legge 114 che abroga la precedente legge regionale n.14/2007 congiuntamente a tutti gli strumenti di programmazione precedenti, il nuovo Piano regionale per la transizione ecologica. A tal proposito è intervenuta Monia Monni, assessora regionale all’ambiente, che ha dichiarato: “E’ nato un nuovo e più moderno strumento per la programmazione in materia di sviluppo sostenibile: il Piano regionale per la transizione ecologica. Il PRTE va a sostituire il vecchio Piano ambientale ed energetico regionale aggiornandone gli obiettivi e coinvolgendo direttamente i cittadini e il mondo scientifico. Abbiamo dotato la Toscana di uno strumento strategico che si concentra su sviluppo sostenibile e contrasto ai cambiamenti climatici, sia in termini di riduzione delle emissioni che di adattamento. Oggi questo è più che mai necessario, per dettare una precisa linea di azione ed ottenere risultati su un settore letteralmente vitale per tutti noi e il nostro ecosistema”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli