Totti e Blasi traslocano. La donna è immobile

Di nuovo dagli ex è che si parlano solo via whatsapp. Forse perché le parole volano, gli screenshot restano. E quando è in corso la guerra dei Rolex è bene aver traccia di tutto. Anche se si vive (ancora e per forza) sotto lo stesso tetto. Almeno formalmente.

Immaginiamoli seduti ognuno sul proprio divano a due metri di distanza che se le cantano via messaggino. In attesa che la spunta blu la spunti su tutto.
La casa dell’Eur, una maxi-villa che ormai conosciamo come fosse casa nostra, ospiterà una convivenza forzata ancora per poco. Certo sopportarsi in 700 metri quadri di casa è possibile, si rischia perfino di non incrociarsi. Però c’è un tempo per tutte le cose, e adesso i tempi sono maturi.

Mentre si attende l’udienza di venerdì prossimo, dove sarà sentenziato che fine faranno le borsette di lei sequestrate da lui e i Rolex di lui nelle mani di lei, l’alta portineria riferisce che è tempo per Francesco Totti e Ilary Blasi che è ora per entrambi di traslocare e ricominciare per i fatti propri. A partire dal tetto.
Pensare al Pupone lontano da Roma è praticamente impossibile. Il cambio casa lo vuole in pianta stabile nella Capitale, anche se in un altro quartiere. Roma Sud piangerà il trasloco del capitano verso la più bluborghese Roma Nord. Dove andrà, si spiffera, con la sua Noemi, di provenienza pariolina.

Con o senza le borse firmate, Ilary, sempre stando alle ciarle tutte da confermare, starebbe pensando a Milano come meta della vita che si è scelta.
La casa coniugale, per adesso, non si tocca. Ci sono i figli che studiano a Roma, motivo più che sufficiente perché rimanga un nido comune, dove magari alternarsi, prima che la lunga causa di divorzio stabilisca i confini e i diritti di ognuno.

L’ex numero dieci della Roma e la conduttrice si trovano in status differenti. Lei è single, quindi in teoria più libera di gestirsi. Lui, nel pensare a una nuova abitazione, vorrà avvicinarsi alla nuova fiamma. Non è detto che la convivenza scatti automaticamente, ma chi glielo fa fare, col traffico di Roma, di attraversare la città solo per raggiungerla quando potrebbe comprarsi un villone o un mega appartamento a 5 minuti? La risposta per adesso sa di gossip tra agenti immobiliari, perché il cognome Totti Bocchi non figura su nessuna targa di ottone nei campanelli di Roma Nord.

Stando alle indiscrezioni, la nuova sistemazione di lui non dista molto da Corso Francia, zona vippaiola e ambitissima dai ricchi capitolini. Si parla di un comprensorio lussuoso (ma va?) con tanto di piscina e campo da tennis. La misura? Duecentocinquanta metri quadrati. Non male per quello che in teoria è stato definito come un appoggio.

In tutto questo la Blasy si può prendere il suo tempo per cercare casa lontana dagli impegni di lavoro. La sua conduzione prevista per L’isola dei Famosi è in ballo per la prossima primavera. Anche se i soliti pettegoli danno già per decisa la nuova location non lontana dalla Madonnina. Che però sarà anche per lei un pied à terre, a prescindere dalle misure. Per adesso, per il fatto che i figli sono ancora minorenni, la casa all’Eur dovrebbe rimanere a lei.

Nell’udienza di venerdì, però, non si parlerà solo dei figli, degli orologi e delle borse. Su un articolo de Il Messaggero si parla di un altro giallo destinato a far chiacchierare per un altro po’ di tempo: dalle scarpiera dell’ex letterina sarebbero sparite anche un centinaio di scarpe griffatissime per un valore complessivo di diverse migliaia di euro. L’avvocato di lei ha richiesto d’urgenza un ricorso che fa capo all’azione di reintegrazione a difesa del possesso. Si parlerà, probabilmente, anche dei gioielli che non si trovano più. Totti, in un’intervista con Cazzullo, aveva lasciato intendere che tutto potrebbe essere inserito nel file delle ripicche, minimizzando, laddove poteva,il gesto, per forzare la restituzione di quanto gli appartiene. Lei dal canto suo si è divertita a postare sulle sue storie di Instagram un video in cui fa il gesto di sgraffignare con le mani proprio davanti a una vetrina di Rolex. Il video, manco serve dirlo, è diventato virale in un nanosecondo. L’ironia del gesto, col tag di lui, fa pensare cheforse c’è meno odio di quanto si vuol vedere.Ripicche sì, cattiveria no.

Di nuovo dagli ex è che si parlano solo via whatsapp. Forse perché le parole volano, gli screenshot restano. E quando è in corso la guerra dei Rolex è bene aver traccia di tutto. Anche se si vive (ancora e per forza) sotto lo stesso tetto. Almeno formalmente.

Immaginiamoli seduti ognuno sul proprio divano a due metri di distanza che se le cantano via messaggino. In attesa che la spunta blu la spunti su tutto.
La casa dell’Eur, una maxi-villa che ormai conosciamo come fosse casa nostra, ospiterà una convivenza forzata ancora per poco. Certo sopportarsi in 700 metri quadri di casa è possibile, si rischia perfino di non incrociarsi. Però c’è un tempo per tutte le cose, e adesso i tempi sono maturi.

Mentre si attende l’udienza di venerdì prossimo, dove sarà sentenziato che fine faranno le borsette di lei sequestrate da lui e i Rolex di lui nelle mani di lei, l’alta portineria riferisce che è tempo per Francesco Totti e Ilary Blasi che è ora per entrambi di traslocare e ricominciare per i fatti propri. A partire dal tetto.
Pensare al Pupone lontano da Roma è praticamente impossibile. Il cambio casa lo vuole in pianta stabile nella Capitale, anche se in un altro quartiere. Roma Sud piangerà il trasloco del capitano verso la più bluborghese Roma Nord. Dove andrà, si spiffera, con la sua Noemi, di provenienza pariolina.

Con o senza le borse firmate, Ilary, sempre stando alle ciarle tutte da confermare, starebbe pensando a Milano come meta della vita che si è scelta.
La casa coniugale, per adesso, non si tocca. Ci sono i figli che studiano a Roma, motivo più che sufficiente perché rimanga un nido comune, dove magari alternarsi, prima che la lunga causa di divorzio stabilisca i confini e i diritti di ognuno.

L’ex numero dieci della Roma e la conduttrice si trovano in status differenti. Lei è single, quindi in teoria più libera di gestirsi. Lui, nel pensare a una nuova abitazione, vorrà avvicinarsi alla nuova fiamma. Non è detto che la convivenza scatti automaticamente, ma chi glielo fa fare, col traffico di Roma, di attraversare la città solo per raggiungerla quando potrebbe comprarsi un villone o un mega appartamento a 5 minuti? La risposta per adesso sa di gossip tra agenti immobiliari, perché il cognome Totti Bocchi non figura su nessuna targa di ottone nei campanelli di Roma Nord.

Stando alle indiscrezioni, la nuova sistemazione di lui non dista molto da Corso Francia, zona vippaiola e ambitissima dai ricchi capitolini. Si parla di un comprensorio lussuoso (ma va?) con tanto di piscina e campo da tennis. La misura? Duecentocinquanta metri quadrati. Non male per quello che in teoria è stato definito come un appoggio.

In tutto questo la Blasy si può prendere il suo tempo per cercare casa lontana dagli impegni di lavoro. La sua conduzione prevista per L’isola dei Famosi è in ballo per la prossima primavera. Anche se i soliti pettegoli danno già per decisa la nuova location non lontana dalla Madonnina. Che però sarà anche per lei un pied à terre, a prescindere dalle misure. Per adesso, per il fatto che i figli sono ancora minorenni, la casa all’Eur dovrebbe rimanere a lei.

Nell’udienza di venerdì, però, non si parlerà solo dei figli, degli orologi e delle borse. Su un articolo de Il Messaggero si parla di un altro giallo destinato a far chiacchierare per un altro po’ di tempo: dalle scarpiera dell’ex letterina sarebbero sparite anche un centinaio di scarpe griffatissime per un valore complessivo di diverse migliaia di euro. L’avvocato di lei ha richiesto d’urgenza un ricorso che fa capo all’azione di reintegrazione a difesa del possesso. Si parlerà, probabilmente, anche dei gioielli che non si trovano più. Totti, in un’intervista con Cazzullo, aveva lasciato intendere che tutto potrebbe essere inserito nel file delle ripicche, minimizzando, laddove poteva,il gesto, per forzare la restituzione di quanto gli appartiene. Lei dal canto suo si è divertita a postare sulle sue storie di Instagram un video in cui fa il gesto di sgraffignare con le mani proprio davanti a una vetrina di Rolex. Il video, manco serve dirlo, è diventato virale in un nanosecondo. L’ironia del gesto, col tag di lui, fa pensare cheforse c’è meno odio di quanto si vuol vedere.Ripicche sì, cattiveria no.

Previous articleEmergenza Covid x files
Next articleVento di Concilio
Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli