Trasporto aereo, Uiltrasporti: Vueling contraria a confronto costruttivo

 

A poche ore dallo sciopero di 24 ore previsto venerdì 11 novembre dei piloti e assistenti di volo di Vueling, la segreteria nazionale della Uiltrasporti ha quest’oggi comunicato: “Il totale rifiuto da parte della compagnia di avviare sane e corrette relazioni industriali con i sindacati realmente rappresentativi dei propri lavoratori è alla base dello sciopero indetto in Vueling dalla UIltrasporti insieme alla Filt Cgil. La compagnia continua a negare un confronto costruttivo e trasparente a seguito dell`individuazione di 17 esuberi tra i circa 120 assistenti di volo assunti su base Roma nonostante continui a coprire i voli in partenza dal nostro Paese con propri assistenti basati all`estero per mancanza di risorse presenti in Italia. È importante trovare quanto prima soluzioni concrete per gestire al meglio un tema tanto delicato. Ci aspettiamo che venga aperto finalmente con la compagnia un confronto costruttivo che porti alla soluzione dei numerosi problemi, a partire dall`applicazione del contratto collettivo nazionale di settore e dall`adeguamento dei salari. Se l`azienda  continuerà a rispondere con il silenzio alle nostre rivendicazioni saremo costretti a programmare altre azioni di sciopero già nel periodo natalizio”.

 

A poche ore dallo sciopero di 24 ore previsto venerdì 11 novembre dei piloti e assistenti di volo di Vueling, la segreteria nazionale della Uiltrasporti ha quest’oggi comunicato: “Il totale rifiuto da parte della compagnia di avviare sane e corrette relazioni industriali con i sindacati realmente rappresentativi dei propri lavoratori è alla base dello sciopero indetto in Vueling dalla UIltrasporti insieme alla Filt Cgil. La compagnia continua a negare un confronto costruttivo e trasparente a seguito dell`individuazione di 17 esuberi tra i circa 120 assistenti di volo assunti su base Roma nonostante continui a coprire i voli in partenza dal nostro Paese con propri assistenti basati all`estero per mancanza di risorse presenti in Italia. È importante trovare quanto prima soluzioni concrete per gestire al meglio un tema tanto delicato. Ci aspettiamo che venga aperto finalmente con la compagnia un confronto costruttivo che porti alla soluzione dei numerosi problemi, a partire dall`applicazione del contratto collettivo nazionale di settore e dall`adeguamento dei salari. Se l`azienda  continuerà a rispondere con il silenzio alle nostre rivendicazioni saremo costretti a programmare altre azioni di sciopero già nel periodo natalizio”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli