Trump non ha nessuna intenzione di arrendersi. Cacciato dai Social pensa ad una sua piattaforma web

Donald Trump non si arrende mai. Dopo la cacciata da Twitter e Facebook, è pronto a tornare a far sentire la sua voce, anzi a farla leggere. Lo ha annunciato il suo portavoce, Jason Miller. Entro due o tre mesi, attraverso una piattaforma web realizzata ad hoc, l’ex presidente degli Stati Uniti sarà di nuovo sui social media. Jason Miller è sicuro che l’ex inquilino della Casa Bianca che attirerà “decine di milioni” di nuovi utenti. “Sarà la proposta più interessante dei social media”, ha detto. “Ridefinirà completamente il gioco e tutti aspetteranno e guarderanno per vedere cosa sta facendo il presidente Trump, ma sarà la sua piattaforma”, ha aggiunto.  Miller ha detto che l’ex presidente è stato contattato da numerose aziende ed è in trattative con gruppi di lavoro per la nuova piattaforma. “Questa nuova piattaforma sarà grande”, ha precisato ancora il portavoce. “Tutti lo vogliono e lui porterà milioni e milioni – decine di milioni – di persone su questa piattaforma”. L’annuncio arriva dopo che Trump è stato permanentemente sospeso da Twitter e da altre piattaforme social, come Facebook, a seguito della sua presunta istigazione all’assalto del Campidoglio il 6 gennaio scorso.

Donald Trump non si arrende mai. Dopo la cacciata da Twitter e Facebook, è pronto a tornare a far sentire la sua voce, anzi a farla leggere. Lo ha annunciato il suo portavoce, Jason Miller. Entro due o tre mesi, attraverso una piattaforma web realizzata ad hoc, l’ex presidente degli Stati Uniti sarà di nuovo sui social media. Jason Miller è sicuro che l’ex inquilino della Casa Bianca che attirerà “decine di milioni” di nuovi utenti. “Sarà la proposta più interessante dei social media”, ha detto. “Ridefinirà completamente il gioco e tutti aspetteranno e guarderanno per vedere cosa sta facendo il presidente Trump, ma sarà la sua piattaforma”, ha aggiunto.  Miller ha detto che l’ex presidente è stato contattato da numerose aziende ed è in trattative con gruppi di lavoro per la nuova piattaforma. “Questa nuova piattaforma sarà grande”, ha precisato ancora il portavoce. “Tutti lo vogliono e lui porterà milioni e milioni – decine di milioni – di persone su questa piattaforma”. L’annuncio arriva dopo che Trump è stato permanentemente sospeso da Twitter e da altre piattaforme social, come Facebook, a seguito della sua presunta istigazione all’assalto del Campidoglio il 6 gennaio scorso.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli