UCRAINA, ARRIVA DIRETTORE AIEA PER SICUREZZA NUCLEARE

Rafael Grossi, Direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), si è recato in Ucraina con l’ obiettivo di confrontarsi con il governo per discutere del sostegno che l’agenzia intendere fornire al fine di “garantire la sicurezza e la protezione degli impianti nucleari del paese e collaborare a scongiurare il rischio di un incidente che potrebbe mettere in pericolo le persone e l’ambiente”.
Nel un comunicato dell’Aiea si può leggere: “obiettivo della visita del Direttore generale è avviare un rapido supporto alla sicurezza e alla protezione degli impianti nucleari ucraini” con “l’invio di esperti dell’Aiea in strutture prioritarie e la spedizione di forniture vitali per la sicurezza e la protezione, comprese le apparecchiature di monitoraggio e di emergenza”.

Nel comunicato sono anche riportare le parole di Grossi il quale ha dichiarato: “Il conflitto militare sta mettendo le centrali nucleari ucraine e altre strutture con materiale radioattivo in una situazione di pericolo senza precedenti dobbiamo avviare un intervento urgente per garantire che possano continuare a operare in sicurezza e ridurre il rischio di un incidente nucleare che potrebbe avere un grave impatto sulla salute e sull’ambiente sia in Ucraina che oltre”.

Rafael Grossi, Direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), si è recato in Ucraina con l’ obiettivo di confrontarsi con il governo per discutere del sostegno che l’agenzia intendere fornire al fine di “garantire la sicurezza e la protezione degli impianti nucleari del paese e collaborare a scongiurare il rischio di un incidente che potrebbe mettere in pericolo le persone e l’ambiente”.
Nel un comunicato dell’Aiea si può leggere: “obiettivo della visita del Direttore generale è avviare un rapido supporto alla sicurezza e alla protezione degli impianti nucleari ucraini” con “l’invio di esperti dell’Aiea in strutture prioritarie e la spedizione di forniture vitali per la sicurezza e la protezione, comprese le apparecchiature di monitoraggio e di emergenza”.

Nel comunicato sono anche riportare le parole di Grossi il quale ha dichiarato: “Il conflitto militare sta mettendo le centrali nucleari ucraine e altre strutture con materiale radioattivo in una situazione di pericolo senza precedenti dobbiamo avviare un intervento urgente per garantire che possano continuare a operare in sicurezza e ridurre il rischio di un incidente nucleare che potrebbe avere un grave impatto sulla salute e sull’ambiente sia in Ucraina che oltre”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli