UCRAINA, FRATOIANNI (SI): NON C’È NESSUNO SPIRAGLIO NEGOZIALE

“Al 70esimo giorno dall`invasione russa dell`Ucraina il fragore delle bombe e dei combattimenti non accenna a diminuire, continuano a saltare in aria infrastrutture di quel Paese, continuano a morire civili in ogni parte di quel martoriato territorio. E non si vede, purtroppo, nessun spiraglio negoziale all`orizzonte”. Questo il quadro della situazione attuale relativa al conflitto in terra ucraina da parte del leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

“Dall`Europa e dagli Usa pare che l`unico obiettivo da perseguire ad ogni costo debba essere una vittoria sul regime di Putin, inviando armi su armi.
Anche il governo italiano continuerà su questa strada, con il Parlamento silente e l`opinione pubblica costretta ad assistere senza alcuna informazione precisa. Una posizione inaccettabile: l`esecutivo venga in Parlamento e dia al Paese tutte le informazioni necessarie. Fermare la guerra è ormai in secondo piano, e questo è un errore madornale e dal prezzo altissimo. Un errore a cui noi non ci rassegniamo” ha concluso il segretario nazionale di SI.

“Al 70esimo giorno dall`invasione russa dell`Ucraina il fragore delle bombe e dei combattimenti non accenna a diminuire, continuano a saltare in aria infrastrutture di quel Paese, continuano a morire civili in ogni parte di quel martoriato territorio. E non si vede, purtroppo, nessun spiraglio negoziale all`orizzonte”. Questo il quadro della situazione attuale relativa al conflitto in terra ucraina da parte del leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

“Dall`Europa e dagli Usa pare che l`unico obiettivo da perseguire ad ogni costo debba essere una vittoria sul regime di Putin, inviando armi su armi.
Anche il governo italiano continuerà su questa strada, con il Parlamento silente e l`opinione pubblica costretta ad assistere senza alcuna informazione precisa. Una posizione inaccettabile: l`esecutivo venga in Parlamento e dia al Paese tutte le informazioni necessarie. Fermare la guerra è ormai in secondo piano, e questo è un errore madornale e dal prezzo altissimo. Un errore a cui noi non ci rassegniamo” ha concluso il segretario nazionale di SI.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli