UCRAINA, GOVERNO GB AI VETERANI: CONTRIBUITE DA CASA

Il ministro dei veterani del Regno Unito, Leo Docherty, ha suggerito agli ex membri delle forze armate britanniche di non schierarsi in prima linea combattimenti in corso in Ucraina ma di contribuire per sostenere il popolo Ucraino con iniziative di beneficenza e volontariato dal Regno Unito. Questo è il messaggio che si legge nella missiva spedita dal ministro alle organizzazioni dei veterani, chiedendo il loro sostegno.

“I veterani si fanno sempre avanti nei momenti di bisogno, ma devono incanalare le loro capacità, esperienza e passione in percorsi legali di sostegno all’Ucraina e non impegnarsi nel conflitto ci sono molti modi in cui tutti noi possiamo sostenere il popolo ucraino, anche attraverso donazione di denaro in beneficenza”.

Come sottolineato dalla Bbc, sono numerose le segnalazioni di ex militari emerse negli ultimi giorni, anche britannici, che hanno dato la loro disponibilità in risposta all’appello lanciato da Kiev per il reclutamento di militari stranieri Nei giorni scorsi le autorità ucraine hanno riferito di aver ricevuto la disponibilità di circa 20.000 combattenti.

Il ministro dei veterani del Regno Unito, Leo Docherty, ha suggerito agli ex membri delle forze armate britanniche di non schierarsi in prima linea combattimenti in corso in Ucraina ma di contribuire per sostenere il popolo Ucraino con iniziative di beneficenza e volontariato dal Regno Unito. Questo è il messaggio che si legge nella missiva spedita dal ministro alle organizzazioni dei veterani, chiedendo il loro sostegno.

“I veterani si fanno sempre avanti nei momenti di bisogno, ma devono incanalare le loro capacità, esperienza e passione in percorsi legali di sostegno all’Ucraina e non impegnarsi nel conflitto ci sono molti modi in cui tutti noi possiamo sostenere il popolo ucraino, anche attraverso donazione di denaro in beneficenza”.

Come sottolineato dalla Bbc, sono numerose le segnalazioni di ex militari emerse negli ultimi giorni, anche britannici, che hanno dato la loro disponibilità in risposta all’appello lanciato da Kiev per il reclutamento di militari stranieri Nei giorni scorsi le autorità ucraine hanno riferito di aver ricevuto la disponibilità di circa 20.000 combattenti.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli