Ucraina, Johnson: successore Draghi segua le sue orme

Lo afferma Il premier britannico Boris Johnson, in un colloquio con La Repubblica, ha dichiarato: “Nelle prossime settimane sia io che Mario Draghi lasceremo il nostro incarico. Ma sono certo che i nostri successori comprenderanno la posta in gioco in Ucraina. Si potrebbe essere tentati di ripiegare internamente ed evitare un ulteriore confronto ma l`unico modo per sconfiggere un bullo è affrontarlo, mettendo a nudo la sua debolezza, attraverso la nostra forza collettiva. Mario Draghi e io siamo stati fianco a fianco nella Nato e nel G7, impegnandoci a sostenere la libertà e la democrazia in Ucraina e imponendo a Mosca sanzioni senza precedenti. E gli ucraini hanno dimostrato, con spirito indomito, che combatteranno coraggiosamente per la libertà, respingendo senza sosta la potenza dell`esercito russo”.

Lo afferma Il premier britannico Boris Johnson, in un colloquio con La Repubblica, ha dichiarato: “Nelle prossime settimane sia io che Mario Draghi lasceremo il nostro incarico. Ma sono certo che i nostri successori comprenderanno la posta in gioco in Ucraina. Si potrebbe essere tentati di ripiegare internamente ed evitare un ulteriore confronto ma l`unico modo per sconfiggere un bullo è affrontarlo, mettendo a nudo la sua debolezza, attraverso la nostra forza collettiva. Mario Draghi e io siamo stati fianco a fianco nella Nato e nel G7, impegnandoci a sostenere la libertà e la democrazia in Ucraina e imponendo a Mosca sanzioni senza precedenti. E gli ucraini hanno dimostrato, con spirito indomito, che combatteranno coraggiosamente per la libertà, respingendo senza sosta la potenza dell`esercito russo”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli