UE, DRAGHI: RIVEDERE NORME IN CAMPO AGRICOLO

“Il contesto regolatorio va rivisto per il periodo di emergenza ma va rivisto. Patto di stabilità, aiuti di Stato, regolamenti comunitari in ambito agricolo, tutto ciò che impedisce una risposta veloce va rivisto” e “credo ci sia un atteggiamento disponibile per questa emergenza”. Questo quanto affermato da Mario Draghi rispondendo ad un quesito di Forza Italia durante il question time alla Camera.

L’attuale premier ha poi aggiunto: “Il governo è consapevole dell’impatto che la crisi in Ucraina avrà sull’economia italiana e farà di tutto per mitigarne le conseguenze, siamo anche consapevoli dell’impatto inflazionistico per l’aumento dei prezzi di alcune materie prime”. Ci sono disposizioni che “impediscono l’approvvigionamento di grano tenero, di mais e altre semenze essenziali per la produzione agro alimentare italiana. Dovremo diversificare rapidamente e non è facile sulla base degli esistenti regolamenti comunitari”.

“Il contesto regolatorio va rivisto per il periodo di emergenza ma va rivisto. Patto di stabilità, aiuti di Stato, regolamenti comunitari in ambito agricolo, tutto ciò che impedisce una risposta veloce va rivisto” e “credo ci sia un atteggiamento disponibile per questa emergenza”. Questo quanto affermato da Mario Draghi rispondendo ad un quesito di Forza Italia durante il question time alla Camera.

L’attuale premier ha poi aggiunto: “Il governo è consapevole dell’impatto che la crisi in Ucraina avrà sull’economia italiana e farà di tutto per mitigarne le conseguenze, siamo anche consapevoli dell’impatto inflazionistico per l’aumento dei prezzi di alcune materie prime”. Ci sono disposizioni che “impediscono l’approvvigionamento di grano tenero, di mais e altre semenze essenziali per la produzione agro alimentare italiana. Dovremo diversificare rapidamente e non è facile sulla base degli esistenti regolamenti comunitari”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli