Ue: San Marino aderisce a EUSAIR, la Macroregione Adriatico Ionica

San Marino da oggi è formalmente il decimo paese a far parte di EUSAIR, la Strategia dell’UE per la Macroregione Adriatico Ionica. Lo annuncia la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica di San Marino, in seguito dell’adozione da parte della Commissione Europea dell’addendum alla Comunicazione che completa il percorso di adesione iniziato a maggio 2021,

L’obiettivo generale di EUSAIR è promuovere la sostenibilità economica e sociale e la prosperità nella regione adriatico ionica, focalizzandosi su quattro pilastri fondamentali: crescita blu (legata agli ecosistemi marini), collegamento della regione (trasporto ed energia), qualità dell’ambiente e turismo sostenibile.

La Strategia EUSAIR conta attualmente altri nove Paesi membri: Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia e Slovenia con i quali la Repubblica di San Marino intrattiene ottime relazioni diplomatiche sia a livello bilaterale che a livello multilaterale, anche attraverso le attività della Repubblica presso l’Iniziativa Adriatico Ionica alla quale San Marino ha aderito nel 2019.

Data la sua dimensione e collocazione geografica nella regione adriatica dunque, il territorio di San Marino si sovrappone all’area in cui EUSAIR realizza i suoi progetti, azioni e attività. Con l’inserimento in EUSAIR, San Marino avrà diritto a partecipare alla struttura di governance di EUSAIR, sia sul piano politico, sia di coordinamento e operativo. Allo stesso tempo, San Marino acquisirà esperienza e una sempre maggiore integrazione nell’attuazione delle politiche dell’UE.

“L’inserimento di San Marino in EUSAIR – ha dichiarato con soddisfazione il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Luca Beccari – è un positivo e deciso risultato che ci consente di rafforzare il dialogo e la collaborazione con i Paesi della Macroregione Adriatico Ionica, siano essi membri o meno dell’Unione Europea. La Strategia si incentra sulla cooperazione transnazionale e la promozione e lo sviluppo di progetti di sostenibilità ambientale di forte impatto in ambito economico, turistico e commerciale; rafforza altresì il network di dialogo e di confronto fra partner europei che condividono sfide e progettualità comuni.”

 

San Marino da oggi è formalmente il decimo paese a far parte di EUSAIR, la Strategia dell’UE per la Macroregione Adriatico Ionica. Lo annuncia la Segreteria di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica di San Marino, in seguito dell’adozione da parte della Commissione Europea dell’addendum alla Comunicazione che completa il percorso di adesione iniziato a maggio 2021,

L’obiettivo generale di EUSAIR è promuovere la sostenibilità economica e sociale e la prosperità nella regione adriatico ionica, focalizzandosi su quattro pilastri fondamentali: crescita blu (legata agli ecosistemi marini), collegamento della regione (trasporto ed energia), qualità dell’ambiente e turismo sostenibile.

La Strategia EUSAIR conta attualmente altri nove Paesi membri: Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia e Slovenia con i quali la Repubblica di San Marino intrattiene ottime relazioni diplomatiche sia a livello bilaterale che a livello multilaterale, anche attraverso le attività della Repubblica presso l’Iniziativa Adriatico Ionica alla quale San Marino ha aderito nel 2019.

Data la sua dimensione e collocazione geografica nella regione adriatica dunque, il territorio di San Marino si sovrappone all’area in cui EUSAIR realizza i suoi progetti, azioni e attività. Con l’inserimento in EUSAIR, San Marino avrà diritto a partecipare alla struttura di governance di EUSAIR, sia sul piano politico, sia di coordinamento e operativo. Allo stesso tempo, San Marino acquisirà esperienza e una sempre maggiore integrazione nell’attuazione delle politiche dell’UE.

“L’inserimento di San Marino in EUSAIR – ha dichiarato con soddisfazione il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Luca Beccari – è un positivo e deciso risultato che ci consente di rafforzare il dialogo e la collaborazione con i Paesi della Macroregione Adriatico Ionica, siano essi membri o meno dell’Unione Europea. La Strategia si incentra sulla cooperazione transnazionale e la promozione e lo sviluppo di progetti di sostenibilità ambientale di forte impatto in ambito economico, turistico e commerciale; rafforza altresì il network di dialogo e di confronto fra partner europei che condividono sfide e progettualità comuni.”

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli